Il prof. Strinati: Mantegna e quello strano legame con Lorenzo da Viterbo

Luciano Pasquini

Il pubblico accorso ad ascoltare la lezione magistrale del prof.Claudio Strinati martedì pomeriggio ha avuto il pregio di essere seduto all’interno della Chiesa della Verità a Viterbo, di fronte alla cappella Mazatosta che si apre sulla parete destra della navata principale della chiesa di piazza Crispi.
La cappella è chiusa da una cancellata in ferro originale del 400; pure originale è parte del pavimento alcune maioliche del quale si trovano a Londra al Victoria and Albert Museum . Notevole il ciclo di affreschi della cappella, dovuti al pittore Lorenzo da Viterbo, splendido quello sulla parete di sinistra raffigurante il matrimonio della Vergine.Il professore l’ha definita tra le cose più belle che ci sono a Viterbo sottolineandone lo strano legame con Mantegna, di cui ha evocato quell’opera “in visita a Viterbo” solo prestata che si prepara al suo ritorno a Londra.Non ha chiaramente omesso Sebastiano del Piombo che con La Pietà alla National Gallery ha conquistato un respiro mondiale E’ davvero un piacere assistere ad una conferenza del Prof Strinati, con quel suo fluire di parole dirette, trasferite in un tono morbido e pacato riesce a condurti lontano tenendoti per mano facendoti capire il valore di un’opera d’arte grande o piccola che sia comunque unica.Era pure presente il sindaco Leonardo Michelini che ha teso a ribadire che la strada intrapresa va nella giusta direzione,dimostrata dal numero dei visitatori che sono notevolmente incrementati.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI