Del Rio: Orte-Civitavecchia via al collegamento con porto

«Si sblocca la Orte-Civitavecchia dopo anni, al via il collegamento con il porto StradeANAS». È un tweet del ministro alle Infrastrutture Graziano Delrio a ridare slancio alle infrastrutture di Roma e Lazio. Il ministro ha celebrato ieri insieme al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e al presidente di Anas Armani la ripartenza dei lavori della superstrada Orte Civitavecchia SS675 nel penultimo tratto, in attesa di essere costruito da quasi trent’anni, che va dal comune di Monte Romano (Vt) alla località di Cinelli nel comune di Vetralla. Il progetto del completamento dell’infrastruttura, hanno sottolineato le autorità presenti, è strategico non solo per il territorio Civitavecchia, la provincia nord di Roma e per il viterbese, ma anche per snellire il traffico commerciale su ruota proveniente da Nord e centro della penisola che attualmente insiste tutto sul raccordo Anulare di Roma e sulla A12. La giunta della Regione Lazio ha inserito dall’inizio della legislatura questi lavori tra quelli prioritari e li ha finanziati con 117 milioni di euro. Il tratto che vede iniziare i lavori è lungo 6,4 km, su uno sviluppo complessivo della superstrada, da Orte fino alla SS1 Aurelia, di circa 67. L’ultimo tratto realizzato ed entrato in funzione è quello tra Vetralla e Cinelli, aperto al traffico il 19 aprile 2011 dopo i lavori avviati nel 2009 e un blocco dell’opera durato oltre 20 anni. Con la partenza dei lavori nel tratto Monte Romano Est – Cinelli l’opera vede ormai vicino il suo completamento. Resteranno poi da realizzare gli ultimi 18 chilometri di percorso oltre al raccordo con il porto di Civitavecchia per un più agevole accesso dei mezzi commerciali e l’adeguamento dello svincolo di innesto della SS1 Aurelia con l’autostrada A12 per Civitavecchia e Roma, all’altezza di Tarquinia. «Oggi è una giornata importante – ha spiegato il presidente della Regione Zingaretti – dopo 4 anni di stop a causa di problemi burocratici e ricorsi amministrativi. C’è stato un impegno collettivo finora e adesso vogliamo chiudere una pagina forse triste del nostro Paese, una pagina che ha visto quest’opera iniziare nella progettazione e nell’attuazione addirittura nel 1986, ma sempre rimasta in qualche modo incompiuta.Per il Governatore Zingaretti è un altro goal,

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI