Il “Don Giovanni” di Guarino al Petrolini di Ronciglione

don giovanni

Il personaggio più sovversivo della storia della letteratura teatrale e musicale sarà il protagonista dello spettacolo di domenica 8 febbraio al Teatro Petrolini di Ronciglione: Don Giovanni, un libertino che passa il tempo a sedurre donne, specialmente vergini, e a doversi poi scontrare con i rispettivi uomini. Un uomo coraggioso, audace e incosciente che non rispetta nessuna legge umana o divina. A portare in scena il celebre personaggio sarà la Compagnia romana La bottega dei comici che, con la regia di Gabriele Guarino, presenterà “Don Giovanni e le maschere dell’amore”.

Lo spettacolo, mix di numerose discipline artistiche come recitazione, poesia, musica, danza e canto, è incentrato  sulle due esigenze contrapposte che emergono dalla figura di Don Giovanni: da una parte l’amore e il desiderio, dall’altra la ribellione e l’inquietudine verso le convezioni, verso le regole imposte dalla società, per ricercare la vera natura di ognuno. Quella di Don Giovanni è una figura senza tempo e senza età, un personaggio seduttore, bugiardo, ingannatore, frivolo che si presenta sempre con lo stesso fascino e con la stessa forte presa sul pubblico delle diverse epoche. 

Gabriele Guarino, è un commediante, attore, regista, drammaturgo, scrittore e docente che vanta una notevole esperienza nel mondo del teatro dimostrata da numerosi premi ottenuti durante la sua carriera. È insegnante della Compagnia romana “La bottega dei comici” nata nel 2014.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI