IGP ROMA: marchio a tutela delle produzioni olivicole Laziali

Presso la Camera di Commercio di Roma, si è tenuto a battesimo il progetto IGP ROMA Il marchio voluto dal Presidente David Granieri di Unaprol in collaborazione con Coldiretti Lazio, Arsial e Romana Mercati che si propone come leva di marketing territoriale per la promozione e lo sviluppo del territorio. Il Lazio è la quarta realtà nazionale nel panorama Italiano nella produzione di olio extra vergine di oliva. Roma un brand tra i più conosciuti al mondo, perché non unirli per creare un marchio che faccia la differenza nel mare di olio extra vergine di oliva che di vergine ha soltanto il nome? “ IGP ROMA si aggancia benissimo alla nostra visione dell’agricoltura- rileva David Granieri- Ambientale a tutela delle risorse e le biodiversità dei territori- Economico in grado di generare reddito e difendere l’occupazione del comparto- Etico che si avvale di prodotti ecosostenibili con attenzione alla sicurezza nei luoghi di lavoro- Salutistico controllato in tutte le fasi della filiera, in grado di soddisfare le attese di tutti i consumatori”.
“La sfida sui mercati sarà quella di agganciare il potere di acquisto dei consumatori che, sostenuto dalla ripresa economica, agevolerà nuovi acquisti, indirizzando i consumi verso la domanda di oli extra vergini di oliva di qualità italiana sul mercato.
IGP ROMA è lo strumento che va nella direzione giusta. Ora ci attendiamo che i riconoscimenti nazionali e comunitari siano veloci, al fine di garantire quanto prima la piena operatività”.
Foto:Luciano Pasquini

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI