I Rotoli del Mar Morto? Se ne parla in biblioteca a Vetralla

Oltre  50 anni fa un sasso gettato da un pastore beduino in una grotta portò a ciò che alcuni hanno definito la più grande scoperta archeologica del XX secolo. Il beduino sentì il sasso spaccare un vaso di terracotta. Andò a vedere e trovò il primo di quelli che vennero poi chiamati Rotoli del Mar Morto.

Questi  rotoli sono stati oggetto di interesse e controversie sia fra gli studiosi che nei mass media. Tra il pubblico c’è molta confusione e disinformazione. Si è parlato di un esteso tentativo di occultamento dei rotoli, per il timore che rivelino fatti che indebolirebbero la fede sia dei cristiani che degli ebrei. Ma qual è il vero significato di questi rotoli? Dopo più di 50 anni si possono conoscere i fatti?

Venerdì 19 febbraio  2016 ore 16.00
I rotoli di Qumran, i manoscritti del Mar Morto. Una scoperta affascinante 
a cura di Francesca Marini. Se ne perlerà al  Circolo dei Lettori presso la Biblioteca Comunale “A. Pistella” di Vetralla, un appuntamento del programma di febbraio. Aperto a tutti gli interessati.Info:  Tel 0761.461272

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI