I gatti di TusciaUp. Il VINCITORE: Mi presento, sono Gilgamesh

ghilgamesh

Il primo classificato tra i gatti di TusciaUp è Gilgamesh e come una vera star, anche lui ha deciso di raccontare la sua storia, per ringraziare così tutti coloro che hanno regalto a lui il loro giudizio positivo. 

Sono nato a Ozzano dell’Emilia in provincia di Bologna il 1 aprile 2004, la mia cicogna sono stati degli studenti di veterinaria, che hanno poi distribuito la cucciolata di 4 micetti, quanti eravamo con i miei fratellini. Sono stato accudito vaccinato e regalato a Sara la mia padroncina allora studentessa universitaria, che pur avendo una mamma ostile agli animali mi ha portato nella sua casa a  Viterbo. Debbo dire che mi è andata bene, pian piano mi hanno cominciato a ben volere e pezzetto su pezzetto mi sono appropriato dell’appartamento, ove dispongo di una intera camera,quella  appartenuta Sara, da cui accedo al balcone con vista sulle mura di Viterbo, e qui è allocata la mia lettiera, che ogni giorno mamy mi pulisce. Mi muovo nella casa, passando sul divano in pelle bianco del soggiorno, sino alla cesta sommier, acquistata per me da Maison du Monde. In casa ci sto da Dio, anche quando la mia famiglia ormai composta da mamy e papy umani va al mare, ho la zia Rosella che dal secondo piano sale per accudirmi. Ho avuto modo di verificare quanto io sia amato nel 2009, quando una infiammazione nella zona encefalica mi aveva completamente immobilizzato. Sono stato portato alla Clinica veterinaria di Perugia poi spedito alla Clinica Felina a Roma con prelievo di sostanza encefalica mandata a esaminare in America. Il responso  parlava chiaro:  sarei rimasto immobilizzato! E la  veterinaria d.ssa Linda che mi seguiva per l’espletamento dei bisogni  quotidiani e per la terapia cortisonica , in consultazione con l’equipe romana, faceva conoscere ai miei che quella  sarebbe stata una condizione permanente, quindi era meglio per non privarmi della mia natura felina di ricorrere alla eutanasia. Osservavo i pianti di mamy e mi imponevo di farcela, cercando di  mettercela tutta, perché anch’io non volevo separarmi dalla mia famiglia.

Ecco che il miracolo arriva e forse perché noi gatti disponiamo come si suole dire di 7 spiriti, io li ho usati tutti per riprovare il salto della vita… E piano piano ce l’ho fatta, riprendendo a piccoli passi la mia autonomia. Sono trascorsi 6anni, come potete vedere dalle foto, sono un po’ obeso: ho raggiungo i 10 kg.

Ho mantenuto la mia grinta, concedo il mio spazio a pochi , tre anni fa a una amica di mamy che voleva occupare il mio posto sul divano, le ho morso un dito e sono stato tenuto d’occhio per due settimane dal veterinario  della Asl.

Anche se mi alimentano con croccantini per gatti pigri, e scatolette light a me piace mangiare e la mia ciotola è sempre ben pulita… Non sono una silhouette lo riconosco, ma sono riuscito a piacere a tutti voi che mi avete votato. Grazie lettori di TusciaUp sono lieto di aver diviso la passerella con Teodora, Lele Ugo, Camilla,Nikita, Pois,Tristano,Libero,Billy,Romeo e riconosco che per voi  è stata una partita dura. Personalmente io li avrei votati tutti!

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI