Handel al Bullicame tra musica e fuochi d’artificio

di Diego Galli

“Qual del Bulicame esce il ruscello che parton poi tra loro le peccatrici, tal per la rena giù sen giva quello. Lo fondo suo ed ambo le pendici, fatte eran pietra e i margini da lato”. Anche il Sommo Poeta citava le note pozze di Viterbo, luogo assai caro al Touring Club italiano, che quest’anno, su indicazione di Vincenzo Ceniti, è stato scelto come luogo per ospitare un concerto della suite Musica sull’acqua: Handel al Bullicame, atteso per il 13 luglio 2017 alle 21.30.

L’orchestra sinfonica di Etruria Ensemble, diretta dal maestro Fabrizio Bastianini, incanterà il pubblico della “callara” con un’atmosfera unica, accompagnata da fuochi d’artificio e musica barocca, proprio come è stato sottolineato oggi in occasione della presentazione ufficiale dell’evento presso la Sala del Consiglio del Comune di Viterbo.
Dovuti ringraziamenti agli organizzatori da parte dell’assessore alla Cultura Antonio Delli Iaconi, che ha ricordato come il paesaggio “lunare” del Bulicame offra da sempre uno spettacolo unico al pubblico e per tale motivo debba essere conservato e preservato per noi e per i posteri. Non è mancato anche un suo accenno al problema “siccità” e alla chiusura del pozzo San Valentino: “Siamo in fase di soluzione”, ha rassicurato, ribadendo come il Comune abbia da poco ricevuto il rinnovo della concessione da parte della Regione Lazio e quindi la possibilità di concludere i lavori.
Dopo l’esperienza del concerto presso il Cimitero di San Lazzaro, il Bulicame è il nuovo “luogo che non ti aspetti”, ha spiegato il presidente dell’Associazione XXI Secolo, Giuliano Nisi, che ha ribadito l’interesse del Touring Club per il territorio di Viterbo. Lo spettacolo tenterà di richiamare la notte dedicata a Re Giorgio I grazie alla suite Musica sull’acqua composta 300 anni or sono e andata in spettacolo nel 1749 al Green Park di Londra.
Come ha inoltre ribadito il console del Touring Club, Vincenzo Ceniti, il Comune di Viterbo deve cercare in tutti i modi di spronare e sostenere questa realtà musicale rappresentata da un’orchestra sinfonica tutta viterbese, che non deve essere abbandonata a se stessa. Luisa Ciambella, vicesindaco di Viterbo, ha risposto al monito di Ceniti, ricordando quanto il Comune di Viterbo sia interessato a tali eventi musicali, organizzati il luoghi particolari e fuori dai soliti standard. “La difficoltà quando si opera in tali ambiti è il grande lavoro che c’è dietro, l’amministrazione comunale supporta in ogni modo questo evento e invita tutti a non sminuirlo in alcun modo. Saranno anche sospesi i voli militari per la durata dell’evento e vi sarà anche la Luna piena…”. Si scherza anche un poco per sdrammatizzare: “Non bruceremo il Bulicame, abbiamo preso tutte le precauzioni, le misure di sicurezza sono state regolarmente richieste e predisposte”.
“Se il tempo ci assisterà e non ci sarà troppo vento, sarà qualcosa di eccezionale”, ha poi concluso Ceniti.

L’ingresso sarà possibile dalle 20.00 e vi saranno 500 posti ad attendere il pubblico. 10 euro il biglietto per gli adulti (acquistabile già da ora presso l’Ufficio del Turismo); entrata gratis per i bambini fino a 10 anni accompagnati dai genitori.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI