Grest Murialdo: chiusura festosa con la carica dei 500

Sono terminate le tre settimane del Grest all’oratorio della parrocchia Murialdo di Viterbo. Tanti sono stati i presenti ed altri e tanti i protagonisti: 510 bambini divisi in gialli, rossi, blu e verdi per tre settimane si sono sfidati in oltre 100 giochi, guidati e seguiti da oltre 120 animatori e 10 educatori.
Allegria, condivisione, collaborazione, amicizia e tanta voglia di mettersi in gioco hanno fatto da sfondo in questi 18 giorni complessivi. Molti, gli eventi proposti in queste settimane, a cominciare dalle tre gite settimanali tra cui quelle alle terme di Orte e all’Acquapark di Fontevivola (Sutri), a seguire la già collaudata gara delle torte, per finire con le tanto attese Murialdiadi, in cui ogni squadra si è sfidata nelle varie discipline olimpiche.
Il Grest Murialdo non è stato però solo gioco e divertimento, infatti da anni lo staff si impone di riservare all’interno della giornata un momento formativo per ogni squadra, di riflessione su tematiche inerenti alla storia, che fa da filo conduttore a tutto il Grest.
Nella serata finale, aperta in modo straordinario da tutto lo staff animatori con fiaccole e bandiere, ogni genitore ha potuto vedere il proprio figlio dimostrare cosa ha appreso durante il Grest nel laboratorio scelto.
Un’ora al giorno,durante il pomeriggio riservata alle attività, tante erano le opzioni, da balli di gruppo, ad arti marziali,zumba, calcio, atletica leggera, canto, chitarra, ginnastica artistica, teatro ed altro ancora.
Nella serata conclusiva tante sono state le sorprese, dal premio alla carriera al miglior animatore Grest 2016, al premio del miglior arbitro in campo e tantissimi premi sono stati assegnati con la tradizionale lotteria del Grest, accompagnata dalla maxi cocomerata offerta dalla comunità parrocchiale. Una gran festa, tanta allegria, tanta serenità, ma soprattutto il trionfo della squadra dei gialli, che durante tutto il Grest si è comportata sempre magistralmente, oltre ad aver anche avuto i suoi momenti di gloria in campo
Il riconoscimento va ai responsabili fr. Marius Minut, don Angelo Bissoni e padre Emanuel Koroma, al gruppo delle cuoche che hanno gestito la mensa giornaliera, che ha visto ospitare oltre 150 bambini, alle responsabili del bar, a quelli della sicurezza, presenti ogni giorno ai cancelli della parrocchia, allo staff di educatori, a chi ha contribuito alla formazione ed alla selezione dello staff animatori per oltre tre mesi, ad animatori ed arbitri tutti senza i quali tutto questo non sarebbe stato possibile. L’appuntamento è per il prossimo anno, ma gli eventi di questa lunga estate non terminano qui: 10 ragazzi partiranno con il responsabile della pastorale giovanile per la Giornata Mondiale della Gioventù a Cracovia dal 23 Luglio al 2 Agosto per l’incontro con Papa Francesco e sono ancora aperti le iscrizioni al Campo Estivo per la fascia di età medie/superiori, la data è imminente: dal 7 al 14 Luglio.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI