Gran Caffè Schenardi: un ritorno in grande stile

Schenardi

“E’ con orgoglio che possiamo annunciare la riapertura del Gran Caffè Schenardi” . È così, Che venerdì 27 febbraio, nella sala consiliare di Palazzo dei Priori, l’ assessore alla cultura Antonio Delli Iaconi, ha aggiunto il Caffè Schenardi è stato e lo sentiamo tutt’ora, patrimonio culturale di Viterbo.

Erano presenti inoltre, il sindaco di Viterbo Michelini, l’ ass.allo sviluppo economico Barelli e l’imprenditore Primo Panaccia, a cui dobbiamo la riapertura dello storico locale .

Il Caffè Schenardi è stato per molto tempo vero e proprio simbolo di Viterbo, a partire dal lontano 1818, quando Raffaele Schenardi acquistò l’allora palazzo dell’Albergo Reale, trasformandolo in uno dei “Caffè” più belli e accoglienti d’Italia. non era solo luogo di incontro per bere un caffè o sorseggiare del vino; fu soprattutto luogo di dibatti culturali e politici, e ha visto sedere sui propri tavoli personalità come Papa Gregorio XVI, Vittorio Emanuele III, il regista e attore Orson Welles, Federico Fellini e tanti altri.

E quando un paio di anni fa il Caffè ha chiuso nuovamente “per Viterbo è stata una sconfitta, che ci ha penalizzati” come afferma l’assessore allo Sviluppo economico Barelli il quale aggiunge “un giorno, parlando con uno dei più grandi pasticceri d’Italia, Massari, parlando della nostra Viterbo, fu lui, il primo, a citare il Caffè Schenardi, definendolo come patrimonio culturale, sociale e gastronomico della Tuscia”.

Ma la riapertura del locale, che avverrà giovedì 5 Marzo alle ore 17:30, si deve all’imprenditore Primo Panaccia. “Mi sono sentito in dovere di riaprire il Caffè Schenardi, soprattutto per la sua importanza storica. Come in principio, esso non sarà solo un bar-pasticceria, ma una vera fucina di idee, e dovrà ritornare ad essere il centro pulsante di Viterbo”.

Due requisiti di un buon “Caffè”?  Bellezza del luogo e questo al palazzo del Caffè Schenardi non manca, e qualità del prodotto assieme ad un buon servizio al cliente.

Nel locale lavoreranno 30 persone, selezionate con l’Universita del Caffè Illy; quindi “il Caffè sarà anche una grande impresa economica da portare avanti con impegno” come afferma il sindaco Michelini “alzerà il livello della qualità e della concorrenza, stimolando gli altri locali a fare sempre meglio”. Il locale inoltre entrerà a far parte del progetto Artisti del Gusto promosso dall’azienda Illy, e la serie Sky National Geographic in una puntata ne racconterà la storia, oltre ad esser presente il giorno dell’inaugurazione con le sue telecamere.

Il locale disporrà anche di una zona multimediale dotata di tablet, sui quali i clienti potranno sfogliare i giornali di tutto il mondo, e sui quali sarà possibile consultare mappe e informazioni relative alla città di Viterbo.

Ma soprattutto la riapertura dello storico Caffè Schenardi, vuole rappresentare il rilancio del centro storico di Viterbo in quanto, già a partire da domenica 8 marzo, ma con cadenza periodica, alcune piazze di Viterbo e il Corso, saranno luogo di divertimento e aggregazione, con giocolieri, spettacoli teatrali e distribuzione di zucchero filato. Il Caffè Schenardi infatti si avvale di collaborazioni importanti, anche con l’Universita della Tuscia, mettendo a disposizione Borse di studio per i giovani, affinché questi si sentano ancor di più parte del nucleo sociale viterbese.

Il sindaco ha anche sottolineato come “una Viterbo senza cinema, senza teatro e senza Caffè Schenardi, era una Viterbo dimezzata. La sua riapertura è significativa e dà speranza”.

Il locale sarà aperto dalle 7:15 di mattina alle 21,00 e il venerdì e il sabato l’orario di apertura ai protrarrà sino alle ore 2.00

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI