Gli Ethos Brass concerto di ottoni e percussioni a Orte

Nuovo appuntamento con il Festival Internazionale di Organo e Strumenti Antichi: venerdì 28 agosto alle ore 21.30 la XIV edizione della rassegna, organizzata dall’Associazione “Incontri Mediterranei”, vedrà come protagonista il quintetto di ottoni e percussioni Ethos Brass, che si esibirà presso il Cinema Teatro “Filoteo Alberini” con brani di Tielman Susato, Giovanni Gabrieli, Henry Purcel, Claude Debussy, Georges Bizet, Glenn Miller, Fred Fischer, George Gershwin attraverso cinque secoli di storia della musica.

Ethos Brass è un quintetto di ottoni e percussioni formato da Pietro Amici e Duilio Fanelli alle trombe, Pierluigi Zago alle percussioni, Pier Carlo Turicchi al trombone e Matteo Caramaschi all’euphonium.
Nato nel 1998 dall’iniziativa di quattro strumentisti diplomati nei vari conservatori ed attivi singolarmente sulla scena musicale, Ethos Brass sperimenta una nuova formazione musicale, poco diffusa e piuttosto atipica per un ensemble di ottoni. Grazie alla collaborazione di esperti arrangiatori, inizialmente viene elaborato un repertorio costituito soprattutto da musica classica che il quartetto ripropone nei suoi primi concerti riscuotendo il consenso del pubblico. Qualche anno più tardi agli ottoni si aggiungono le percussioni, valorizzando il gruppo e determinando un ampliamento del repertorio musicale che diventa sempre più vasto e ricco.
Gli Ethos Brass partecipano a varie manifestazioni sul territorio nazionale. Tra i numerosi successi è da ricordare il secondo posto ottenuto al Concorso Nazionale di Musica “B. Barattelli” nella sezione Musica da Camera 2008; il primo premio ottenuto al XV Concorso Nazionale Musicale “Flegreo” nel 2010, e nello stesso anno il terzo posto ottenuto al X Concorso Nazionale “Giovani Musicisti” Città di Viterbo.
www.ethosbrass.it

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI