Giornata mondiale della fisioterapia: 8 settembre

fisioterapia

8 settembre: Giornata mondiale della fisioterapia per far conoscere la professione del fisioterapista. Il fisioterapista è una figura centrale nel recuperare, attraverso complessi iter riabilitativi e processi educativi, il potenziale perduto restituendo alla persona elementi di salute, benessere, indipendenza e qualità dell’esistenza. L’Oms e la Banca Mondiale hanno sottolineato come il promuovere le pratiche fisioterapiche e i servizi riabilitativi sia un prezioso ausilio nel ridurre il costo dell’assistenza, che attualmente incide per una cifra pari al 7% del Pil mondiale.

Nel Lazio operano 6 mila professionisti che hanno le competenze per intervenire e guidare i processi di recupero delle funzioni lese, in percorsi di abilitazione-riabilitazione della persona all’interno di servizi sanitari pubblici o privati, o al domicilio stesso del paziente. A causa del blocco delle assunzioni nel Servizio Sanitario Nazionale, gran parte delle giovani leve opta per la libera professione esercitando in studi professionali privati, da soli o in associazione con altri colleghi,  oppure a domicilio dei pazienti o ancora in regime di partita Iva presso le strutture riabilitative private accreditate.

Oggi in Italia su 100 mila operatori che impiegano procedure fisioterapiche o si qualificano “fisioterapisti” solo 55 mila  esercitano la professione legalmente avendo conseguito il titolo abilitante. Il fisioterapista è l’unico professionista sanitario che può praticare fisioterapia nelle condizioni di patologia che alterano le funzioni corporee: ogni intervento fisioterapico da parte di soggetti che non siano fisioterapisti è da considerarsi assolutamente incongruo.

Dal 7 al 12 settembre sarà̀ attivato un numero verde nazionale (800 036 077) a cui le persone possono chiedere informazioni sulla fisioterapia, le relative modalità̀ di accesso e su come riconoscere i fisioterapisti qualificati.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI