Giornata Mondiale del Malato: l’11 febbraio le celebrazioni

giornata

Mercoledì 11 febbraio 2015 si celebra in tutto mondo la XXIII Giornata mondiale del malato. Il tema di quest’anno è “…Io ero gli occhi per il cieco, ero i piedi per lo zoppo”.

La Diocesi di Civita Castellana celebra l’evento mercoledì 11 febbraio dalle 14.30 presso il Duomo di S. Maria Assunta di Gallese, con la messa presieduta dal vescovo Romano Rossi. Il ritrovo dei malati e dei fedeli è previsto per le 14.30 presso il Duomo di S. Maria Assunta. Alle 15 la recita del Santo Rosario meditato mentre alle 15.30 la concelebrazione della messa presieduta dal vescovo Romano Rossi. Al termine della celebrazione ci sarà una breve processione dal Duomo alla Chiesa S. Agostino e momento di condivisione e festa presso i locali di piazza S.Maria (ex cinema). Protagonisti della giornata saranno appunto i malati e tutti coloro che se ne occupano: medici, infermieri, cappellani, operatori sanitari, volontari e associazioni.

La celebrazione annuale della “Giornata Mondiale del Malato” ha lo scopo di sensibilizzare le molteplici istituzioni sanitarie e la stessa società civile alla necessità di assicurare la migliore assistenza agli infermi, di aiutare chi è ammalato, a coinvolgere in maniera particolare le diocesi, le comunità cristiane, le famiglie, a favorire l’impegno sempre più prezioso del volontariato e infine a far comprendere l’importanza dell’assistenza religiosa agli infermi da parte dei sacerdoti diocesani nonché di quanti vivono ed operano accanto a chi soffre.

La Giornata mondiale del malato fu istituita il 13 maggio 1992 da papa Giovanni Paolo II dopo al quale gli era stata diagnosticata la malattia di Parkinson nel 1991. E a partire dall’11 febbraio 1993, si celebra ogni anno la commemorazione della Madonna di Lourdes. La festa di Lourdes è stata scelta perché molti pellegrini e visitatori a Lourdes hanno riferito di essere stati guariti per intercessione della Beata Vergine. Nel 2005 la Giornata mondiale del malato ha avuto un significato speciale perché fu l’anno della morte di Giovanni Paolo II. Mentre nel 2013, papa Benedetto XVI ha annunciato le sue dimissioni nel corso di questo giorno di festa, e ha citato la sua salute in declino come la ragione del suo gesto.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI