Giornalisti belgi in visita nella Tuscia

Sette giorni per scoprire la Tuscia e promuovere le sue bellezze. Un gruppo di giornalisti specializzati, provenienti dal Belgio, stanno partecipando all’educational organizzato da Luigi De Simone, ingegnere e titolare del Marrugio e dell’Antico Borgo la Commenda. Fra loro c’è anche Tom Vermeiren, presidente della Federazione stampa belga. Fino a venerdì, attenzione puntata sulle ricchezze artistiche, naturali e storiche presenti nel viterbese. Grande attenzione alle produzioni d’eccellenza, che hanno riscosso molto interesse, in particolare le visite ai frantoi e alle cantine. Ma ai professionisti del settore sono state fatte conoscere anche le risorse naturali di cui il nostro territorio è ricco, non dimenticando un aspetto che i visitatori mostrano d’apprezzare sempre di più, l’enogastronomia. E quando si tratta di sedersi a tavola, la Tuscia con i suoi prodotti tipici ha molto da offrire. Lunedì sera, durante uno degli incontri in programma, l’attenzione è stata puntata sulla via Francigena, le terme, Viterbo Città dei Papi e di archeologia. Non poteva mancare, parlando del capoluogo, anche la tradizione più sentita, quella legata a santa Rosa, con la proiezione dei video sul trasporto del 3 settembre. Una manifestazione che per la sua originalità ha suscitato molto interesse, lo stesso mostrato pure per la via Francigena, che può essere la vera strada maestra per fare in modo che ancora più turisti possano conoscere la Tuscia. All’iniziativa hanno partecipato Elisabetta Ferrari, membro dell’ufficio di presidenza dell’Associazione europea delle vie francigene e Ivana Pagliara, titolare di PromoTuscia, come rappresentante della rete Elt – Etruscan Life.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI