Fratelli d’Italia, viva partecipazione al Congresso

Riceviamo e pubblichiamo:

Sala gremita ieri, domenica 22 ottobre, alle Terme dei Papi di Viterbo, per il secondo congresso provinciale di Fratelli d’Italia a nemmeno cinque anni dalla nascita del partito.

In tantissimi hanno voluto cogliere la sfida in vista dei prossimi appuntamenti elettorali.

L’obiettivo dichiarato la coesione di tutto il centrodestra per tornare a governare su un territorio martoriato dal generale lassismo del centrosinistra.

Proprio in virtù di questo intento comune, la trasversalità è stato l’elemento che, più di ogni altro, ha contraddistinto l’incontro.

Sono stati numerosi gli esponenti autorevoli, anche di altri partiti, i quali hanno partecipato in maniera attiva, con interventi mirati e ficcanti tesi a delineare la necessità di un percorso condiviso, necessario per la realizzazione delle innumerevoli proposte in cantiere per il rilancio del territorio.

Tra i questi il consigliere regionale Daniele Sabatini, il commissario provinciale di Forza Italia Dario Bacocco, il coordinatore provinciale di Direzione Italia e sindaco di Sutri Guido Cianti, il sindaco di Bassano in Teverina, Alessandro Romoli, Umberto Fusco, coordinatore provinciale di “Noi con Salvini”, Filippo Rossi di Viva Viterbo, Gianmaria Santucci di Fondazione.

Presente anche il sindaco Michelini, che ha aperto i lavori.

E poi, naturalmente, tutti i maggiori esponenti di Fratelli d’Italia, l’onorevole Marco Marsilio, l’onorevole Giovanna Petrenga, il coordinatore provinciale Giuseppe Talucci Peruzzi, il sindaco di Vasanello, Antonio Porri, il vicesindaco di Tuscania, Leopoldo Liberati, Massimo Giampieri, Mauro Rotelli e Alberto Cataldi ed i tre consiglieri comunali Buzzi, Grancini e Ubertini.

Un intervento particolarmente appassionato è stato quello di Riccardo Ponzio, presidente del movimento giovanile Gioventù nazionale Viterbo, che ha paragonato i ragazzi appartenenti al movimento come un Sole che deve illuminare il grigiore della politica attuale.

Il congresso, importante momento di democrazia e di confronto, si è concluso quindi con la nomina dei quarantotto delegati che prenderanno parte al congresso nazionale di dicembre a Trieste.

“Un luogo scelto non a caso ma perchè fortemente evocativo e dall’alto contenuto simbolico.

Trieste è la città che più di ogni altra riunisce gli ideali di patriottismo ed italianità che caratterizzano lo spirito più profondo di Fratelli d’Italia.”

 

Per info: FB: Fratelli d’Italia Viterbo

 

Fratelli d’Italia – Viterbo

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI