Fita: “Virginia va alla guerra” di Norina Benedetti all’Auditorium

Una fortuita coincidenza lo spettacolo proposto dalla FITA per il penultimo appuntamento del XXII Premio Città di Viterbo. Cento anni or sono quando alle ore 2 del 24 ottobre del 1917 l’esercito Italiano subì la grave perdita nella battaglia di Caporetto, tanto che nella accezione della nostra lingua, il termine caporetto viene utilizzato come sinonimo di sconfitta disastrosa.
E proprio domenica 29 ottobre alle ore 18,00 presso l’Auditorium dell’Università della Tuscia in Via Sabotino la Compagnia TEATRO ESTRAGONE di San Vito al Tagliamento ( PN) presenterà la piece “Virginia va alla guerra” di Norina Benedetti per la regia di Carolina De La Calle Casanova uno spaccato che ricorda appunto la disfatta di Caporetto.
Lo spettacolo nasce da un attento studio di testi riferiti al periodo citato e dalle testimonianze dirette dall’autrice per evidenziare non tanto un elenco di fatti militari e politici quanto quelli universalmente riconoscibili, con l’obiettivo di accendere una riflesione ed una comprensione su quel nefasto periodo.
La elaborazione teatrale vanta premi a livello nazionale come migliore spettacolo, migliore interpretazione, migliore spettacolo per il pubblico, quindi una garanzia teatrale per l’attento pubblico viterbese che sarà coinvolto dalla accattivante vicenda narrata, dove si commuoverà ma soprattutto si divertirà attraverso la particolare interpretazione di Norina Benedetti.
Spettacolo di spessore recitativo da non perdere quindi e che impegnerà ancora una volta la giuria del festival, nella scelta dello spettacolo che vincerà l’ambito premio città di Viterbo messo in palio dall’artista Roberto Joppolo.
Il Festival si concluderà sabato 4 novembre presso il Teatro dell’Unione alle ore 21,00 con l’ultimo spettacolo portato in scena dalla Compagnia “ Saro Costantino” proveniente da Rometta ( ME) che presenterà un classico della letteratura teatrale – LA GIARA di Luigi Pirandello.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI