FITA: “Il prigioniero della seconda strada” all’Auditorium

Domenica 16 ottobre a Viterbo il Festival del Teatro FITA XXI Premio Città di Viterbo vede in programma presso l’Auditorium dell’Università della Tuscia alle ore 17,30 la Compagnia del “CUCCO” di Cosenza con una delle più esilaranti commedie del commediografo statunitense Neil Simon IL PRIGIONIERO DELLA SECONDA STRADA per la regia di Flora Delli Quadri, Paola Apollaro e Francesco Cerosimo.

Una regia triplice, che con un registro linguistico nuovo sarà in grado di equilibrare le varie sfaccettature di quell’humor che ha fatto sì che la commedia abbia avuto meritati successi, tanto da essere selezionata in campo nazionale tra tutte le compagnie partecipanti al Gran Premio FITA anno 2016.

L’opera dalla quale è stato tratto anche il film del 1975 con Jacke Lermmon, A. Bacroft, G. Saks, racconta di una famiglia che improvvisamente è scivolata nella più sconcertante povertà.

Lo status ha avuto ripercussioni materiali, etiche e spirituali sconvolgenti che hanno avuto un peso non indifferente sulle reazioni da parte dei due coniugi protagonisti, dando vita ad una serie di situazioni paradossali e a grandi fraintendimenti che si intrecciano in un ben congegnato disegno comico segnato da tempi perfetti.

La compagnia del CUCCO nasce nel 1991 con una rosa di 30 attori che con la loro dedizione ed amore per il teatro hanno contribuito alla crescita di tutto il gruppo.

Le commedie rappresentate fino ad oggi sono tutte brillanti, dal “ Povero Piero” dell’umorista Achille Campanile a “ Uomo e galantuomo” di Eduardo De Filippo a De Benedetti.

Numerosi i premi che hanno impreziosito il loro palmares e tra i più recenti si ricorda il Migliore spettacolo e la migliore regia alla IV Rassegna Nazionale del teatro della Città di Guardia Sanframondi con l’opera “L’anatra all’arancia” di Marc Gilbert Sauvajon e William Douglas, dopo queste esperienze la compagnia è approdata a “Il prigioniero della seconda strada” che ha dato e continuerà a dare, ed è questo l’augurio che la Fita Viterbo esprime, allo stesso gruppo, ampie soddisfazioni.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI