Festival dell’Economia di Trento: c’è anche Unitus

Al Festival dell’Economia, un confronto tra economisti di fama internazionale ed il grande pubblico, che si svolgerà a Trento dal 29 maggio al 2 giugno 2015, parteciperanno due docenti (i proff. Giuseppe Garofalo e Tiziana Laureti) ed un ricercatore (il dott. Giulio Guarini) del Dipartimento di Economia e impresa dell’Università della Tuscia, con un intervento su “Cultura, sviluppo economico e mobilità sociale”.

Il lavoro, che sarà presentato dal dott. Guarini, è articolato in due parti. Nella prima parte si dimostra come il basso livello qualitativo e quantitativo del “sapere” si rifletta sulle limitate performance di lungo periodo della nostra economia. L’analisi panel dimostra l’esistenza di un potenziale circolo virtuoso, non sfruttato nel nostro paese, tra la cultura (l’indicatore prescelto concerne la lettura di libri) ed il benessere economico (identificato con il reddito pro capite), utilizzando il fattore “territorio” (Mezzogiorno vs Centro-Nord) come elemento discriminante.

Nella seconda parte l’attenzione viene spostata sulle conseguenze della situazione analizzata per quanto attiene la mobilità sociale, sia intra-generazionale sia inter-generazionale. L’attenzione è centrata sull’istruzione, intesa per un verso come fattore di promozione sociale, per un altro come fattore condizionato, nella scelta del percorso di studi e negli esiti del percorso formativo, dalla classe di origine.

La conclusione degli autori è che, per promuovere il circolo virtuoso «cultura – sviluppo – mobilità sociale», è necessario:

aumentare la spesa per la cultura (rispetto alla media europea, l’Italia spende meno con risultati peggiori);

porre attenzione all’efficienza e all’efficacia ne

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI