Festival della Letteratura illustrata a Tarquinia

Pagine a colori

Per la nona edizione del Festival della letteratura illustrata per ragazzi, a Tarquinia ospita ” Pagine a colori“.  Una serie di eventi dedicati a chi ha problemi con la lettura o difficoltà d’inserimento, di socializzazione e apprendimento.

Sono proprio queste delicate tematiche ad ispirare il titolo della manifestazione “Specialmente… tutto incluso” che avrà luogo il 25 ottobre alle ore 16:30 nell’ex sala Capitolare di Tarquinia. Lo stesso giorno, si potrà inoltre assistere allo spettacolo dell’artista veronese Laura Kibel, che proporrà il ” Teatro dei piedi” un’esibizione che unisce il mimo e i burattini che, servendosi di piedi e gambe, simulano personaggi narratori di storie.

«Spesso “Pagine a colori” è stato definito come un grande contenitore di eventi e di idee. – sottolinea l’organizzazione – Questa edizione non sarà solo un contenitore di idee ma sarà soprattutto una grande esperienza culturale in grado di suscitare emozioni. Abbiamo intitolato il festival “Specialmente… tutto incluso”, perché volge il proprio sguardo, il proprio cuore e la propria attenzione verso uno speciale spaccato dell’infanzia che si caratterizza per la difficoltà nella lettura e di conseguenza nell’apprendimento ed è rivolta, in modo particolare, ai bambini con BCC (Bisogni comunicativi complessi) e BES (Bisogni comunicativi speciali». “Pagine a colori” sarà diviso in due fasi. Nella prima fase, tra ottobre e novembre, si svolgeranno letture, incontri con gli autori e laboratori didattici tenuti dagli illustratori Roberta Angeletti, Guido Accascina, Cristina Cerretti e Federico Appel; mentre, in collaborazione con il Cinema Etrusco e il MAST saranno organizzati un cineforum e dei laboratori presso il Museo di Arte Sacra di Tarquinia, con il coinvolgimento delle scuole tarquiniesi.

La seconda fase, all’inizio del 2015, vedrà l’allestimento della mostra IBBY (Outstanding Books for Young People with Disabilities), curata dal Centro di Documentazione IBBY sulla Disabilità, e una serie di incontri con lo scrittore Roberto Piumini, l’illustratore Antonio Ferrara e il traduttore Matteo Colombo. La direzione artistica di “Pagine a colori” è affidata alla dott.ssa Roberta Angeletti, in collaborazione con il dott. Luca Gufi e la dott.ssa Maria Grazia Garganti. Il festival organizzato dall’Assessorato alla Cultura, con il sostegno della Fondazione Cariciv, Unicoop Tirreno e della biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli” e con la partecipazione dell’Officina dell’Arte e Mestieri “Sebastian Matta”, del Museo Arte Sacra Tarquinia, del Cinema Etrusco, dell’IC “Ettore Sacconi” e dell’IIS “Vincenzo Cardarelli.

Il 25 ottobre, giorno dell’inaugurazione, il festival ospiterà Laura Kibel, che ha reinventato il cosiddetto Teatro Dei Piedi, un teatro a metà strada tra il mimo e gli spettacoli di burattini. Kibel, all’ex Sala Capitolare degli Agostiniani di San Marco (Barriera San Giusto), alle ore 11.30 e alle ore 17, proporrà spettacoli in cui l’assoluto protagonista sarà il corpo dell’artista stessa che si trasforma in tantissimi personaggi. «Racconterà vicende fantastiche attraverso la gestualità dei piedi e delle gambe che diventano veri e propri burattini. – spiega il direttore artistico di “Pagine a colori” Roberta Angeletti – Il fulcro dello spettacolo non saranno solo le evoluzioni della Kibel, anche le musiche da lei curate, che spazieranno tra i generi più diversi: dalla musica classica a quella moderna, dalla musica colta a quella popolare». Il 26 ottobre, alla biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli” (palazzo Bruschi), alle ore 16, sarà protagonista Guido Acciasina con il laboratorio creativo “Automata: giochi meccanici in movimento”. «Gli automata sono piccole sculture meccaniche, realizzate in carta, legno o metallo, che sono messe in movimento attraverso una manovella. – conclude Angeletti – Durante il laboratorio, ogni partecipante realizzerà un proprio automata, usando materiali semplici, come una scatola da scarpe, stecchini, cannucce e tappi».

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI