Festival del volontariato: oltre cento appuntamenti

volontariato

Dal 4 al 10 Maggio Viterbo ospiterà l’undicesima edizione del festival del volontariato, un importante festival all’insegna della solidarietà e partecipazione, presentato questa mattina nella sala consiliare di Palazzo dei Priori.

In calendario oltre cento appuntamenti e il coinvolgimento di oltre centotrenta realtà associative, con iniziative che si svolgeranno nell’arco dell’intera giornata nella cornice di Piazza Fontana Grande, l’ex tribunale e Piazza del Plebiscito.

“Un grande libro che anno dopo anno continuiamo a scrivere – ha commentato il consigliere comunale con delega al volontariato e presidente della Consulta del volontariato Marco Ciorba -. E ciò è possibile perché ogni passo della Consulta è fatto in condivisione con le associazioni e con il territorio. Si tratta di un festival in crescita, visti i numeri degli appuntamenti, delle associazioni coinvolte, e viste anche le centinaia di prenotazioni già arrivate per la grande cena di solidarietà, che si terrà il 9 maggio in piazza del Plebiscito, e alla quale seguirà il concerto di Annalisa Minetti.

Desidero ringraziare – ha concluso Ciorba – i dipendenti del Comune di Viterbo che si sono spesi per l’organizzazione del Festival e gli sponsor privati che hanno contribuito alla realizzazione”.

Una festa del volontariato dove è importante stimolare e incrementare la partecipazione giovanile al volontariato, come ricordato dal presidente della Fondazione Carivit Mario Brutti; una menzione speciale da parte di Maurizio Casciani, presidente di Oltre Noi, è stata fatta per  il Convegno  Fondazione Oltre Noi sulle problematiche delle prospettive di vita per persone con disabilità nel nostro territorio, per la cerimonia d’apertura degli Special Olympics  Italian Games e lo spettacolo “Io-bio-comica” di Giuditta Cambieri, cabarettista di Zelig.

“Il Festival, oltre ad essere una vetrina importante per le attività delle associazioni- ha sottolineato il consigliere comunale Antonella Sberna – è anche un momento di riflessione e di confronto partecipato sulle più profonde esigenze del tessuto sociale, che sempre più richiede il sostegno dell’amministrazione in una fase delicata e di transizione come questa”.

Molti eventi e poche risorse a disposizione per far emergere la forza del volontariato, per preparare Viterbo alla candidatura di capitale italiana della solidarietà; le associazioni saranno presenti ognuna con il proprio sogno da difendere in un momento storico di crisi  come questo che facilmente fa perdere gli orizzonti e ci mette l’uno contro l’altro. Proprio questo tema, come ha spiegato Salvatore Regoli, presidente dell’associazione Juppiter, sarà il filo conduttore di un pezzo a sorpresa che verrà cantato dal coro delle associazioni nella sera della cena di solidarietà.

La Città a Colori, promossa da Viterbo con Amore, concluderà il festival nella giornata del dieci Maggio con molte iniziative lungo le vie del centro storico.

In chiusura non è mancato l’intervento del sindaco Leonardo Michelini.

“Questa è una città che dal punto di vista della partecipazione dà sempre grandi soddisfazioni – ha detto il sindaco -. A causa di particolari contingenze finanziarie, quest’anno il Comune, purtroppo, non può sostenere economicamente il Festival. Voglio ringraziare anche io il consigliere Marco Ciorba per la passione e la fatica che mette in questo progetto. E ancor più voglio ringraziare le associazioni, non solo per il loro contributo, ma soprattutto per quel senso di condivisione e comunione di intenti che sono in grado di trasmettere anche al di fuori delle loro realtà ed in occasioni come questa del Festival”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI