Feste dell’Olio: boom di visitatori, ora tocca a Vetralla

festa dell'olio nella Tuscia

Novembre un mese dedicato al re verde: ossia l’olio, patrimonio della Tuscia e re di questi week-end autunnali. Le Feste dell’Olio della Tuscia sono promosse dalla Camera di Commercio di Viterbo con il patrocinio della Regione Lazio, della Provincia di Viterbo, dell’Arsial, dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio. Ad aprire i festeggiamenti è stato i Comuni di Blera e Vignanello, a seguire ci saranno Vetralla (15-16 novembre) Gallese (22-23 novembre ) e in chiusura Canino dal 3 all’8 dicembre. Ogni Paese ha dato una connotazione particolare ma il comune denominatore è fatto da degustazioni guidate, stand enogastronomici, eventi folcloristici, spettacoli e incontri.

Il presidente della Camera di Commercio Domenico Merlani, durante la presentazione della Festa ha sottolineato come la strategia vincente per la Tuscia “debba essere un sistema integrato di valorizzazione del prodotto e delle bellezze naturali e storiche del territorio. Il mio progetto, anche se ambizioso, è quello di creare un nuovo percorso in occasione anche dell’Expo, che faccia da vetrina per le nostre aziende. La crisi deve essere uno stimolo per gli imprenditori per inventare una nuova strategia che offra nuove occasioni. L’auspicio – ha concluso il presidente – è che altri comuni possano entrare nel circuito. Le feste non sono solo una vetrina per le produzioni del territorio, ma anche occasione d’incremento di turismo e visitatori nella Tuscia” Ed è proprio il sindaco di Vignanello il primo prendere la parola e a vantare un pienone nel fine settimana appena trascorso. Con visitatori arrivati non solo dalle zone limitrofe, ma anche dal Veneto e dalla Puglia. E se tanti sono stati i volti nuovi, molti sono tornati dopo le visite negli anni passati. Soddisfazione espressa che dal sindaco di Canino, “nonostante la produzione quest’anno non sia stata eccezionale, la richiesta fortunatamente è alta e in questi giorni ho visto più volte la fila nei diversi oleifici”. Si respira aria di fiducia e ottimismo nonostante la campagna di raccolta di quest’anno ha portato la produzione d’olio Dop Canino è passata dai 118.335 litri della campagna 2012-2013 agli attuali 74.751 litri. La Dop Tuscia invece è passata da 62.467 a 52.300 litri.

Prossima tappa dunque a Vetralla dal 15 al 16 novembre con  Orgolio,una kermesse con degustazione e vendita di olio extravergine di oliva di frantoi e aziende agricole del territorio di Vetralla, ben studiata con pacchetti per non far davvero mancare nulla al visitatore. Un sodalizio quello tra Comune, Pro Loco, Commercianti che in buona unione fa la forza organizzativa all’evento. In manifesto una serie di eventi tra cui cucina-spettacolo (ingresso libero), corsi di assaggio e accoppiamento in cucina, conferenze, presentazioni di libri, laboratori per adulti e bambini (ingresso 10 euro), poeti a braccio, spettacoli itineranti, corteo storico, artigianato veneto (lavorazione artigianale del vetro di Murano e ceramiche), mercato dell’artigianato, mercato dell’enogastronomia della Tuscia nel Vicolo del Paradiso (ingresso 5 euro, comprensivo di un assaggio di prodotti della Tuscia, 1 vino in calice di vetro, portabicchiere e cauzione bicchiere), degustazioni guidate di oli, vini e birre della Tuscia (ingresso 5 euro). Nei ristoranti e nelle pizzerie del paese, a pranzo e cena, menù a base di olio extravergine di oliva. Pacchetti all inclusive ingresso festival, pernottamento 1 o 2 notti in albergo, b&b o agriturismo. Area camper dedicata. In caso di maltempo rinvio al weekend successivo. Il programma racchiuso in una due giorni davvero densa di avvenimenti. Toccherà poi a Gallese e Canino

 

 

 

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI