Feste dell’Olio: 5 Comuni festeggiano l’Oro verde

olio

Tornano nella Tuscia Le Feste dell’Olio. L’oro verde di questa regione vive il suo momento di auge nelle giornate che lo celebrano: dal 5 novembre all’8 dicembre saranno 5 Comuni (Vignanello, Blera, Gallese, Canino e Vetralla) interessati con oltre 100 appuntamenti. Quest’anno di festeggia una buona produzione anche se un po’ a macchia di leopardo e un’eccelente qualità.  “E’ anche attraverso questa iniziativa – ha detto il presidente della Camera di commercio, Domenico Merlani – che la Camera di commercio vuole diffondere la cultura della qualità dei prodotti, affinché i consumatori sappiano cosa comprano”.

Due le dop del territorio, quella di Canino e quella della Tuscia che insieme coprono tutto il viterbese. “I dati 2014-2015 sull’olivicoltura – continua Merlani – sono positivi. La qualità continua a rimanere alta, sopra la media nazionale. Anche la produzione, nonostante non sia distribuita omogeneamente, è notevolmente aumentata rispetto allo scorso anno. Sono sicuro che il 2016 sarà una buona annata per l’oro verde della Tuscia”.

Già iniziata lo scorso fine settimana, Vignanello tornerà a festeggiare dal 13 novembre. Tanti gli appuntamenti: dalla visita al castello Ruspoli, al percorso nelle botteghe degli antichi mestieri fino ad arrivare agli itinerari del gusto nei vigneti, uliveti, cantine e frantoi. A Vignanello, infatti, non solo olio ma anche vino per far provare ai visitatori tutte le eccellenze enogastronomiche del territorio.

Il 21 e 22 novembre la festa si sposterà a Gallese anche qui non mancheranno stand e incontri dedicati al vino e ai prodotti del biodistretto delle Forre e di via Amerina.

A Canino l’appuntamento è in programma il 28 e 29 novembre e dal 4 all’8 dicembre. Il paese al centro della Maremma festeggerà la 55esima edizione della festa dell’olio con degustazioni, visite ai frantoi, stand di artigianato artistico e rievocazioni storiche. “L’evento clou della manifestazione – sottolinea il sindaco Mauro Pucci – sarà però la bruschetta più lunga del mondo”.

Fino all’8 dicembre la festa sarà invece a Vetralla. “Dal 5 dicembre nel centro storico cene, show cooking e laboratori per bambini – spiega l’assessore Dario Bacocco – ma per l’occasione verranno aperte anche le porte dei frantoi, per mostrare al pubblico la molitura e produzione dell’olio”.

Lucia Lancetti e Maria Teresa Frangipane, responsabili dei due gruppi della provincia che analizzano la qualità dell’olio hanno questa mattina spiegato come è possibile riconoscere l’olio Dop e come solo un prodotto realmente certificato riesce ad offrire tutte quelle proprietà salutari che lo caratterizzano.

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI