Il Femminicidio ha spezzato il sorriso di Silvia

La parola “femminicidio” nasce nel 2001 e porta con sé tutta la disperazione e la forza di una piaga che ormai, oggi, affligge moltissime donne che diventano oggetto di violenza psicologica e fisica fino a volte a diventare “qualcosa” da eliminare. Silvia, aveva 28enne è stata trovata priva di vita nella sua auto insieme all’ex fidanzato. Silvia aveva un sorriso contagioso e sempre stampato sulle labbra. Lei, appena laureata e con un master da frequentare, lavorava a Roma e faceva la pendolare. Amava studiare. Si era laureata in scienze dei beni culturali all’università della Tuscia. Tanti i progetti per una nuova vita precocemente spezzata nel momento in cui doveva spiccare il volo da chi non si era rassegnato ad una storia d’amore finita. E la vita di Silvia finisce tragicamente in un tragico venerdi 17 marzo precocemente crudelmente sulla via Vasanellese, che collega Orte con Vasanello.Vasanello la sua città e la comunità che oggi insieme ai suoi cari la piange e proclama il lutto cittadino

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI