Falstaff e le allegre comari di Windsor al Teatro Farnese di Gradoli

Sir Falstaff, assai poco nobile e ormai vecchio, tenta la sua ultima avventura mirando a sedurre alternativamente la Comare Ford e la Comare Page, ricche e avvenenti, per procurarsi doppio piacere, sia amoroso che economico. Ne nasceranno situazioni comiche entrate nella leggenda del Teatro, fino alla beffa finale contro il vecchio e grasso malandrino.

È la trama della celebre commedia di Shakespeare Le Comari di Windsor, che andrà in scena al Teatro Farnese di Gradoli sabato 10 alle 21.00 e domenica 11 febbraio alle 17.00, riadattata da Gianni Pontillo, eccezionale nelle vesti del protagonista. Accanto al regista-attore, sul palco ci saranno Deborah Caroscioli, Giorgio Solieri, Cristina Cappabanca, Antonella Bonanni, Pino Makovec, Ginevra Solieri, Maurizio Carbonari, e Diana Graziani.

Le allegre comari di Windsor è una delle opere più complete e interessanti della produzione shakespeariana. Fu commissionata nel 1602 circa dalla regina Elisabetta I, che ne richiese la stesura in soli quindici giorni. Si dice, infatti, che la sovrana fosse interessata all’evoluzione del personaggio di Falstaff, già presente in un’altra opera del Bardo, l’Enrico IV, e al suo comportamento da innamorato.

Inoltre è una delle commedie della produzione shakespeariana più recitate in teatro dal Seicento in poi, per la sua stesura quasi totalmente in prosa, ma anche per il ritmo e gli espedienti tipicamente teatrali che la caratterizzano.

L’effervescente allestimento di Pontillo prevede cambi di scena, canzoni cantate dal vivo, scenografie e costumi d’epoca.

Info:  335 7518414

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI