FAI, Luoghi del Cuore: sprint finale per la Tomba degli Scudi

Tomba degli scudi

L’avventura dei “ Luoghi del cuore” sta per concludersi, mancano una manciata di giorni e domenica arriva lo stop alle votazioni, il progetto del Fai Fondo Ambiente Italiano è stato centrato. Dalla sua creazione nel 2003 il censimento nazionale del FAI, ha coinvolto oltre un milione e mezzo di cittadini, 31.000 luoghi d’arte e natura in tutta Italia e quasi 6.000 Comuni. Nato con l’obiettivo di sensibilizzare persone e istituzioni sul tema della tutela del paesaggio e del Patrimonio, riceve nell’edizione 2014, una risposta superiore al previsto anche dalla Tuscia, che vede la  Tomba degli Scudi di Tarquinia con 4984 preferenze posizionarsi al 1° posto nel Lazio e al 29° a livello nazionale.

«Un risultato molto importante, frutto di un grande lavoro di squadra. – spiegano i promotori dell’iniziativa – A fine di questo mese consegneremo altre 400 firme, che ci faranno sfondare il muro delle 5000 preferenze». Per votare occorre andare su http://iluoghidelcuore.it/luoghi/viterbo/tarquinia/tomba-degli-scudi/80151. Dopo la pubblicazione dei risultati finali, che avverrà a marzo 2015, il FAI lancerà le linee guida per definire gli interventi, secondo cui i proprietari, i concessionari, gli affidatari o i portatori d’interesse dei “Luoghi del Cuore”, che hanno ricevuto almeno 1000 voti, secondo la classifica ufficiale, potranno presentare una richiesta d’intervento sulla base di specifici progetti d’azione. Una commissione interna, in collaborazione con le direzioni regionali del MiBACT, valuterà le domande pervenute e selezionerà i luoghi idonei a un intervento da parte del FAI.

Questi i risultati ad oggi : il Centro storico di Marta al 98 posto con 1.383 voti-Altopiano dell’Alfina di Torre Alfina 212° posto con 314 voti, Civita di Bagnoregio 281° con soli 151 voti, una meraviglia del genere meritava senz’altro più risposta, solo un voto la separa dal Borgo di Farnese, pur magnificocche cattura 150 voti e va al 282°posto, Palazzo Chigi Albani già proposto in altre edizioni, guadagna il 307° posto in classifica con 121 voti, , l’antica città di Castro , 347° il Borgo di Roccalvecce con 78 voti, 348° posto con 72 per il Ponte Ferroviario del Rio Vicano, al 353° posto Palazzo Rivellino a Tuscania, 360° con 65 voti.

Il progetto del Fai ha l’obiettivo di coinvolgere concretamente tutti i cittadini,di sensibilizzarli nei confronti del patrimonio artistico e paesaggistico e di favorire l’aggregazione e la collaborazione fra comunità e istituzioni al fine di proteggere e valorizzare tale patrimonio. Un fine così nobile merita l’attivazione di una rete che si muova nella scelta condivisa ogni anno di un luogo della Tuscia viterbese, che necessita di una protezione tale da renderlo leggendario. Ognuno dei luoghi votati in questa edizione,sono grandi tesori e parte del nostro patrimonio ,cercare la strada per un intervento di recupero in tempi in cui le risorse economiche governative non ci sono, significa favorire l’aggregazione e la collaborazione fra comunità e istituzioni al fine di proteggere e valorizzare tale patrimonio. Il FAI chiama a raccolta tutta la Tuscia che deve rispondere coesa, per raggiungere ancora una volta un grande risultato. Ultimi giorni di votazione per il censimento, possiamo considerarlo lo scrutinio decisivo, votiamo in tanti la Tomba degli Scudi di Tarquinia per migliorare quel risultato.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI