Fai, i luoghi del cuore: i più votati nella Tuscia

I luoghi del cuore del Fai

Ognuno di noi è passionalmente legato ad un luogo che spesso rappresenta una parte importante della propria  vita e vorrebbe che fosse custodito per sempre. Questo è il presupposto che ha dato il via al censimento nazionale “I Luoghi del Cuore”, promosso dal FAI in collaborazione con  gruppo  Intesa Sanpaolo, che chiede a tutti i cittadini di segnalare piccoli e grandi tesori a cui sono legati e che vorrebbero salvare.Il progetto ha l’obiettivo di coinvolgere concretamente tutte le persone  di qualsiasi età e nazionalità, di sensibilizzarli nei confronti del nostro patrimonio artistico e paesaggistico e di favorire l’aggregazione e la collaborazione fra comunità e istituzioni al fine di proteggere e valorizzare tale patrimonio.45 sono stati finora gli interventi di recupero in 15 regioni che hanno restituito a molti luoghi la bellezza originale.

In dieci anni di progetto sono state raccolte oltre 1. 800.000 segnalazioni, distribuite in oltre 31.000 luoghi. La prima edizione, lanciata nel 2003, ha aperto la strada al successo dell’iniziativ. Nel 2012 il censimento si è posto l’obiettivo di renderla internazionale  chiedendo a tutto il mondo un gesto d’affetto per il nostro paese attraverso la segnalazione di un luogo. Il risultato è stato clamoroso: un milione di segnalazioni provenienti da 123 Paesi. Il 13 maggio scorso è tornato il 7° censimento de “I Luoghi del Cuore”. Il FAI chiama a raccolta tutti per un nuovo grande risultato, manca poco più di un mese alla scadenza. Abbiamo il tempo per spingere al classifica e votare il nostro luogo del cuore, la  Tuscia è in lista  seguiamo l’aggiornamento classifica  sul sito i luoghi del cuore  e votiamo il luogo già posizionato. Questa la classifica ad oggi dei siti segnalati nella provincia di Viterbo.

Tomba degli Scudi, sito archeologico di Tarquinia  33esimo con 3469 voti, Centro Storico di Marta 76 esimo con 1.366 voti, Borgo di Farnese 233esimo con 144 voti, Palazzo Chigi Albani di Soriano nel Cimino 250esimo con 121 voti, Civita di Bagnoregio 266esima con 103 voti. Borgo di Roccalvecce 289esimo con 78 voti, Ponte Ferroviario Rio Vicano di Ronciglione 297 esimo, con 70 voti, Antica Città di Castro 307 esimo, con 60 voti,Chiesa di Sant’Anna di Farnese,319 esima con 48 voti e dulcis in fundo  Palazzo Rivellino di Tuscania 323 esimo con 44 voti.

Certo una distanza lontanissima sulla carta tra il primo classificato:  la Certosa di Calci/Pisa con 29.676 voti e il decimo il Duomo Vecchio di Brescia con 8.266, , ma almeno proviamo a poter entrare nella classifica  che vede riconosciuti i primi dieci. Intanto godiamoci le nomination  e rendiamo visibile la Tuscia allo strepitoso mondo del Fondo Ambiente Italiano. Ricordiamo che grazie ad esso  è  tornata  alla  sua luce  la cappella di San Giuseppe, al Duomo d Viterbo   dopo l’intervento di recupero promosso dal Fai. La cappella è stata uno dei luoghi più segnalati nel Lazio per la quinta edizione dei Luoghi del cuore, nel 2010.  E’ stata restituita alla città e al culto – come spiegò allora  Barbara Antonelli Brunori delegata  Fai – chiudendo  un progetto iniziato nel 2010 con le segnalazioni che  erano arrivate. Un’opera che da viterbesi  abbiamo ritrovato negli antichi splendori.

Info: Delegazione Fai Viterbo Francesca Romana Stocchi . ufficio stampa Pietro Boschi delegazionefai.viterbo@fondoambiente.it

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI