Fabrica di Roma, parole e musica contro la violenza sulle donne

stop alla violenza sulle donne

Per andare oltre il silenzio e uscire dalla spirale della violenza sulle donne. In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l’associazione Fab(b)rica delle Donne di Fabrica di Roma, in collaborazione con i Comitati soci Coop della sezione Monti Cimini, promuove sabato 29 novembre alle ore 20.30 una serata di musica e letture contro la violenza sulle donne, presso Sala Torre (centro coop) in via del Campo Sportivo, 1 a Fabrica di Roma.

La serata, che sarà allietata dalle musiche di Laura Antonini (voce), Luciano Orologi (arrangiamenti e fiati), Riccardo Notazio (chitarra) e Steve Laye (contrabbasso), vuole essere una testimonianza, una presa di posizione, di responsabilità e di condanna da parte delle Istituzioni, delle Associazioni, delle donne e degli uomini della società civile del territorio della Tuscia.

“Quando abbiamo pensato di costruire una serata su questo dramma, con  una rete che mettesse insieme le diverse anime del nostro territorio, non pensavamo ad una risposta così immediata, così convinta, così partecipe – affermano le promotrici dell’evento – la voglia di dare testimonianza, di essere presenti sentito da parte di tutte e tutti è anche la presa in carico di questo dramma , è  la consapevolezza che insieme siamo più forti, che insieme le azioni di contrasto sono più efficaci, che insieme si può ed è ora di cominciare. Siamo  qui  insieme per andare oltre il silenzio che troppo spesso avvolge il dramma della violenza di genere, per contribuire a costruire un percorso di corrette relazioni fra i sessi e una diversa qualità della vita, libera dalla paura e dal dominio”.

Per portare il loro contributo di presenza e testimonianza, interverranno diverse Associazioni impegnate sul tema e attive sul territorio, personalità del comune di Fabrica di Roma e dei paesi limitrofi che leggeranno brani di narrativa, poesia, saggistica e cronaca sul tema della violenza sulle donne: Maria Rosaria Pacelli, assessore di Fabrica di Roma e Ornella Angeletti, consigliera del comune di Fabrica di Roma; Silvia Roscioli, consigliera del comune di Civita Castellana; il sindaco e l’assessore del comune di Ronciglione Alessandro Giovagnoli e Daniela Sangiorgi; Manuela Benedetti vicesindaco di Canepina; Silvia Capotosti, assessore di Vignanello; Manola Erasmi, assessore di Vallerano; Paola Troncarelli assessore di Corchiano; il portavoce del sindaco e l’assessore di Nepi Fabrizio Lucatello  e Sara Biancalana; Livio Martini, presidente Biodistretto delle Forre e della via Amerina; Geltrude Profili, presidente Associazione Arnies Corchiano; Enza Basco, presidente dell’Associazione Mafalda e le altre di Civita Castellana; Ludovico Pacelli, presidente Associazione Francesco Orioli di Vignanello; Antonietta Perugini dell’Auser di Viterbo; Lucilla Ciuchi, Unicoop Tirreno; Daniela Puzzovio, ideatrice e conduttrice di “Alice nel paese di Barbablù” di Radio Punto Zero; Luigina Salvatori dell’Asl di Vignanello; Anna Maghi e Valentina Bruno dell’Associazione Erinna – Centro antiviolenza di Viterbo; Patrizia Germini, vicepresidente Consulta regionale femminile del Lazio; Serenella Papalini, presidente imprenditoria femminile Camera di Commercio di Viterbo; Maria Antonietta Russo, consigliera della provincia di Viterbo e Daniela Bizzarri consigliera del comune di Viterbo.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI