Expo Cluster fettuccine al cacao made in Tuscia

All’Expo il cioccolato regna sovrano. All’esposizione internazionale di Milano è allestito un Cluster dedicato, dove ogni venerdì saranno protagonisti gli artigiani, con prodotti interpretati sulla base di un tema chiave. Il Lazio sarà rappresentato da Pasta Fanelli, azienda CNA di Canepina , sorta per omaggiare l’antica tradizione del fieno canepinese, che ha saputo valorizzare, scommettendo sulla qualità, sui prodotti tipici del territorio in modo creativo. Mietendo successo. Perché la pasta artigianale secca alle nocciole o alle castagne (e tante altre materie prime, tutte rigorosamente selezionate) è oggi anche sugli scaffali di negozi e supermercati di alta gamma di Toronto.Il Cluster è uno spazio comune in cui i vari Paesi esprimono la propria interpretazione sui vari temi alimentari presenti a Expo. Il Cluster Cacao e Cioccolato, curato da Eurochocolate, ospiterà i visitatori di tutto il mondo in un percorso alla scoperta del cacao, presenti i Paesi produttori: Camerun, Costa D’avorio, Cuba, Gabon, Ghana, São Tomé e Príncipe. Per l’intera durata dell’Expo, ci saranno laboratori, degustazioni, spettacoli e mostre a tema. In questo contesto, grazie a CNA Alimentare, che figura tra i partner del Cluster, andranno in scena alcune eccellenze dell’artigianato che hanno sposato il cioccolato.Pasta Fanelli sarà la sola impresa del Lazio nei venerdì CNA, con ben due eventi in cartellone: il 12 giugno e il 7 agosto. Tra i suoi prodotti di punta, ci sono, infatti, le fettuccine al cacao. “Organizzeremo uno show cooking – dice il giovane Michele Fanelli -. Stiamo comunque studiando come presentarci al meglio. Siamo orgogliosi ed emozionati, per noi sarà un’esperienza nuova e una bellissima occasione per far conoscere ciò che sappiamo fare e promuovere la nostra terra. Siamo fiduciosi, ce la metteremo tutta”.A Expo, dunque, ogni venerdì ci saranno spazi per svelare segreti e tecniche dell’alta cioccolateria e la sua integrazione con gli altri prodotti alimentari. “Come nel caso di Pasta Fanelli, che – spiega Luigia Melaragni, segretaria della CNA di Viterbo e Civitavecchia – è l’unica realtà del Lazio presentata in questo Cluster da CNA Alimentare. Ne andiamo fieri, certi che il nostro territorio avrà un ottimo testimonial”.Come afferma Mirco Della Vecchia, presidente nazionale di CNA Alimentare, maestro cioccolatiere, “nella catena alimentare il valore aggiunto sono gli artigiani, perché trasformano e nobilitano le materie prime. Un terreno dove noi italiani siamo campioni. Lo dimostreremo ancora una volta a Expo Milano”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI