Eutanasia legale e testamento biologico: incontro a Vignanello

Eutanasia e testamento biologico: in Italia l’argomento è sempre stato un tabù, divide i partiti politici e l’opinione pubblica, trasversalmente. Particolarmente sensibili sono i cattolici, che si dicono contrari all’introduzione di leggi che tocchino l’argomento della vita e della morte. In tutto questo vi è una spiegazione che arriva dalla Dottrina della Chiesa: il diritto alla vita non è nelle disponibilità delle singole persone, ma è in Dio. Quindi, l’uomo non può decidere volontariamente il proprio destino, né può decidere quello degli altri.

Sul tema, tornato di stretta attualità dopo le recenti vicende di dj Fabo e Davide Trentini, se ne parlerà nell’incontro promosso a Vignanello dalla biblioteca comunale, dal titolo Eutanasia legale e testamento biologico, in programma sabato 29 aprile alle 17.45 presso la sala consiliare di Vignanello.

Si parlerà dell’argomento approcciando il discorso dal punto di vista medico, legale, legislativo e dell’esperienza personale.

Interverranno il dott. Tommaso Ciacca, primario del reparto di anestesia e rianimazione presso l’ospedale di Orvieto; Adele Orioli, responsabile delle azioni legali dell’UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti); Mina Welby, co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni.

L’ingresso è gratuito.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI