Estate Caprolatta: conferenze, sport, teatro e musica

estate caprolatta

Estate Caprolatta: conferenze, sport, teatro e musica da luglio a agosto

Dal 4 luglio al 22 agosto a Caprarola.

Si rinnova l’appuntamento con l’Estate Caprolatta, in programma dal 4 luglio al 22 agosto a Caprarola. Il piccolo borgo della Tuscia sarà animato da conferenze, sport, teatro e tanta musica.

Sabato 4 luglio presso la Sala di Gove a Palazzo Farnese alle 17 è in programma la conferenza “Dal Barco ai giardini di Caprarola”.

Sabato 11 luglio alle 9 presso La Bella Venere al lago di Vico appuntamento con il Triathlon Sprinter, uno sport multidisciplinare individuale basato su tre prove che si svolgono in immediata successione e sono comuni a tutti gli atleti: nuoto, ciclismo e corsa.

Domenica 12 luglio presso il centro storico dalle 19 è in programma la corsa notturna di Caprarola.

Sabato 18 luglio a Palazzo Farnese alle 21.30, per il Festival di Voci e di Suoni, la Compagnia Il Tetraedro porta in scena “Il Decameron” per la regia di Francesco Cerra.

Giovedì 23 luglio a Palazzo Farnese alle 21.30, sempre per il Festival di Voci e di Suoni, appuntamento con la canzone popolare del Salento e della Sicilia con  “Lu grillu e la luna”.

Venerdì 25 e sabato 26 luglio è in programma l’Eco Sound Fest, due giorni di musica ed ecologia con allestimento di un’area food ed area camping attezzata.

Sabato 1 agosto alle 21.30 a Palazzo Farnese, per il Festival di Voci e di Suoni, Theresia Bothe e la Malaspina in concerto.

Sabato 8 agosto a Palazzo Farnese alle 21.30, sempre per il Festival di Voci e di Suoni, si terrà un omaggio alla grande artista romana Gabriella Ferri con “Un certo modo di essere Roma”.

Giovedì 13 agosto alla Palazzo Farnese alle 21.30, ancora per il Festival di Voci e di Suoni Nando Ciarella e la Compagnia La Paranza presentano “Mozart a sud di Napoli”.

Infine sabato 22 agosto alle 21.30 a Palazzo Farnese a chiudere il Festival di Voci e di Suoni saranno i violini di Santa Vittoria in “Denominazione di origine popolare, una storia straordinaria della pianura emiliana”.

LA LOCANDINA

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI