Esondano Marta e Mignone. Stop treni tra Capranica e Bracciano

maltempo

Il maltempo che ha colpito la Penisola non ha lasciato indenne la Tuscia. Allagamenti, frane esondazione del Marta e del Mignone.

Sospesa la circolazione ferroviaria tra Capranica e Bracciano per  una frana sui binari nei pressi di Manziana sulla linea Fl3 Roma-Viterbo. Lo smottamento ha causato il deragliamento del locomotore di un treno, vuoto non in servizio, diretto a Roma. Nessun ferito fra il personale di bordo. Attivati i treni navetta fra Viterbo e Capranica e bus sostitutivi fra Capranica e Bracciano.

Fiumi esondati. «Polizia Locale, gruppo comunale della Protezione Civile, in strettissima collaborazione con Polizia di Stato e Carabinieri, monitorano il territorio fin dalle prime ore della mattina. Situazione critica, ma sotto controllo. I fiumi Marta e Mignone sono esondati. Minimi i disagi alla viabilità, con tutte le strade percorribili a eccezione di quella Grottelle (chiuso il sottopasso della ferrovia)». Lo spiega il sindaco Mauro Mazzola che da questa mattina è in costante contatto con la Prefettura di Viterbo e la Regione Lazio e che ha effettuato una serie di sopralluoghi nelle zone critiche. «Il Marta e il Mignone hanno allagato i campi, mentre la situazione alle loro foci è sotto controllo. – prosegue il primo cittadino – A ogni modo, visto il perdurare del maltempo invito la popolazione a mostrare prudenza. Sottolineo infine il grande lavoro da parte di Polizia Locale, Protezione Civile, Polizia di Stato e Carabinieri».

Strade chiuse A Viterbo la polizia locale ha provveduto a chiudere strada Filante e via delle Province a Rocalvecce in cui la circolazione è stata bloccata a causa di frane che si sono verificate nella notte. Chiuso anche il primo tratto di strada Acquabianca, dalla Quercia fino a poco prima della nuova rotatoria, per un allagamento.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI