Escursioni/ Al bosco del Sasseto dove la natura vince su tutto

Nel comune di Acquapendente c’è un bosco che è conosciuto come “bosco incantato” o anche “bosco delle Fate”. Il suo nome è “bosco del Sasseto”, ed è un bosco monumentale, dove l’uomo è intervenuto per fini “artistici” e quasi mai per fini utilitaristici. La fitta e intricata vegetazione, attraversata da eleganti sentieri lo fa assomigliare a un bosco incantato, un luogo fatato dove il tempo si è fermato e la natura ha preso il sopravvento e parrebbe che gli Elfi lo considerino il luogo prescelto.
Le suggestioni che crea sono quelle della natura che vince su tutto. Alberi secolari con tronchi dalla circonferenza impressionante, così nodosi e contorti da sembrare streghe immobilizzate da qualche incantesimo remoto…

Per chi non lo ha ancora visitato, per chi ci vuole tornare , può essere la buona occasione farlo in questo autunno mite.Con Percorsi Etruschi Sabato 1 ottobre alle ore 10.30, per tutta la giornata.
Una passeggiata in questo meraviglioso bosco, per conoscerlo e apprezzarlo nelle sue caratteristiche uniche.
Proprietario del bosco alla fine dell’800 era il marchese Cahen, che lo trasformò in una sorta di giardino, facendo costruire dei vialetti che l’attraversavano in lungo e in largo. Alla sua morte fu sepolto qui, ma il bosco venne abbandonato.
Il terreno su cui sorge il bosco del Sasseto, come dice il nome stesso, è particolarmente ricco di rocce, scagliate qui dalle esplosioni del vulcano Volsino oltre 300.000 anni fa, e proprio la natura del suolo ne ha resa difficile l’antropizzazione: le specie arboree qui presenti non sono state selezionate dalla mano utilitaristica dell’uomo, e proprio per questo la biodiversità è elevatissima. Qui si celano anche numerosissime specie di insetti, rettili, anfibi, piccoli mammiferi e ogni tipo di uccelli notturni e diurni.
Il bosco del Sasseto rappresenta uno degli esempi meglio conservati di bosco relittuale mesofilo e per questo è riserva integrale, è monumento naturale e zona di protezione speciale (ZPS).
Per altri dettagli sul programma e per la prenotazione (necessaria, da effettuarsi al più tardi due giorni prima dell’attività) contattare Percorsi Etruschi di Percorsi a.s.d.
327.4570748, 320.3149587 info@percorsietruschi.it

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI