Escursione alla Palanzana la montagna di Viterbo ad ammirare il piccolo falco

L’appuntamento è sabato 23 aprile alle ore 8.45 presso il parcheggio della Pineta (Strada Cimina SP25) per poi raggiungere la Riserva dell’Arcionello che, istituita nel 2008, è la più giovane delle Riserve Naturali del Lazio.
La Palanzana, il Monte che la sovrasta, domina sulla città di Viterbo. Caratterizzato da una fitta vegetazione di querce, aceri e castagni, conserva resti di antiche pestarole, mulini, canalizzazioni di corsi d’acqua, cave di peperino e ciò che rimane di un’antica abbazia. Dalla sommità del monte si può godere di una vista mozzafiato e, se si è particolarmente fortunati è possibile ammirare il Lanario, piccolo falco abitante della Riserva. La Palanzana sovrasta la città dei Papi, con la sua mole imponente e rassicurante. La sua origine vulcanica è evidente nella sua orografia, che alterna terreni dal suolo ricco, su cui cresce una rigogliosa vegetazione, a salti di nuda roccia. Questa è perlopiù peperino, la tipica pietra vulcanica usata per edificare i quartieri e i palazzi medievali.
Si consiglia abbigliamento da trekking e pranzo al sacco.
Prenotazione obbligatoria entro le 12 di venerdì 22 aprile. Minimo 6 partecipanti.
Per costi e prenotazioni: Il Camaleonte Coop Sociale – Tel. 349 8774548 – 3209257558.
La foto è di Valerio Giulianelli.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI