Esattorie, Comune Viterbo recupera 3 milioni

“Ha vinto la città”. Questo il primo commento del vice sindaco e assessore al Bilancio Luisa Ciambella, a poche ore dall’accoglimento dell’istanza presentata dal Comune di Viterbo al Tribunale Ordinario di Roma  per la vicenda Esattorie. “Tre milioni di euro torneranno nelle casse comunali. Una vittoria frutto della determinazione con cui questa amministrazione ha affrontato il buco Esattorie fin dai primi giorni dell’insediamento, nel giugno del 2013. Ieri finalmente la notizia che le somme incassate e mai versate a quest’ente da parte di Esattorie, società incaricata dal Comune per la riscossione dei tributi Ici e Tarsu, nonché delle sanzioni della polizia locale, saranno finalmente accreditate sul conto di Palazzo dei Priori. Lo avevamo annunciato davanti al consiglio comunale e ribadito in più occasioni che avremmo intrapreso tutte le azioni possibili per recuperare i tributi versati dai contribuenti viterbesi. Di 4 milioni e mezzo di ammanco siamo riusciti a ottenerne tre. Mi sembra un ottimo risultato”. Ha avuto dunque la meglio il Comune di Viterbo sulla società molisana, con la quale l’amministrazione Michelini, al momento dell’insediamento a Palazzo dei Priori, chiuse ogni tipo di rapporto, non appena riscontrato l’ingente ammanco.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI