Terre di Maremma e Cina:nuovo incontro il 4 luglio

Riceviamo e pubblichiamo:

Un gruppo di lavoro che vuole arrivare lontano: poco più di due mesi fa l’associazione Terre della Maremma aveva consolidato amicizia e progetti futuri per avviare la collaborazione con l’imprenditoria cinese e aprire la strada lungo la Via della Seta.
L’incontro ad Orbetello, coordinato da Leandro Peroni, aveva coinvolto i presidenti di due Camere di Commercio, Domenico Merlani per Viterbo e Riccardo Breda per Grosseto, Zhang Gang, delegato generale per la promozione internazionale delle imprese cinesi e vice presidente dell’associazione Imprese di Cina in Italia, due importantissimi importatori cinesi, Jim Zheng e collega Matteo e tanti sindaci del territorio.
Al termine la promessa era stata di ritrovarsi a breve, stavolta nel Viterbese, per stringere ancora di più gli accordi, attraverso il supporto fondamentale dell’imprenditoria locale, riunita a breve in una rete d’aziende che coinvolgerà il territorio maremmano Tosco-laziale.
E’ giunto il momento del nuovo incontro, tutti gli attori presenti la volta precedente, i sindaci che potranno liberarsi da impegni istituzionali, moltissime aziende e ben cinque importatori cinesi saranno presenti lunedì 4 luglio 2016 nella Sala consiliare del Comune di Montalto di Castro, alle ore 10,00, per proseguire il percorso e avviarlo alla conclusione necessaria per aprire rapporti commerciali.
Con loro i tecnici delle due Camere di Commercio, il segretario Monzillo per Viterbo e un dirigente del settore agricolo per Grosseto, protagonisti del focus che dovrà trovare il punto d’incontro per iniziare scambi commerciali tra la Maremma e la Cina, importando ed esportando prodotti di qualità, senza dimenticare la promozione del turismo in un terra incontaminata e piena di tipicità.
“Sono veramente felice del grande interesse scaturito dai nostri incontri – sottolinea Leandro Peroni, coordinatore Terre della Maremma – e del coinvolgimento sempre maggiore delle nostre aziende che hanno ben compreso come l’unione faccia la forza e ci permetta di esportare un brand comprensibile e gradito, accogliendo contemporaneamente tantissimi turisti nei nostri bellissimi Comuni”.
Associazione Terre della Maremma

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI