Enrico Ruggeri: i segreti dell’animo umano in un thriller

ruggeri

Enrico Ruggeri a Caffeina: la voglia di raccontarsi e di raccontare che si concretizza in un noir, “Un prezzo da pagare”, edito da Mondadori, e da lui presentato a Viterbo nell’incontro del 27 giugno a piazza San Lorenzo.

Un romanzo in cui il grande cantautore e musicista italiano, recentemente anche scrittore di successo, dimostra ancora una volta la sua grande capacità di indagare nell’animo umano, e la sua sensibilità nel cogliere le sfumature del bene e del male.

Il protagonista, Antonino Lombardo, è un commissario cinquantenne vecchio stile, che disdegna le moderne tecniche investigative di indagine a favore dell’approfondimento psicologico dei personaggi. Una giovane e bella soubrette televisiva, Patrizia Calvetti, in procinto di debuttare finalmente in una fiction in prima serata, viene ritrovata morta. È un intricato mistero da risolvere per il commissario Lombardo, che si muove con dimestichezza nella Milano meno conosciuta e più sotterranea, dove vivono e sopravvivono manager, ragazze in cerca di fama, rocker e faccendieri, tra gli splendori della notorietà e le miserie dei sotterfugi .

In “Un prezzo da pagare” Ruggeri tocca efficacemente anche tematiche come i difficili rapporti con l’altro sesso e con i figli, che riesce ad incastonare in un giallo in cui Lombardo dovrà attingere a tutte le sue risorse investigative per riuscire a districare il groviglio di sospetti.

Già autore di tre romanzi, raccolte di racconti e poesie, Enrico Ruggeri ha debuttato negli anni ’70 con il gruppo i Decibel, esempio di pop-punk italiano. successivamente ha intrapreso la carriera di solista negli anni ’80, realizzando ad oggi ben trentadue album e oltre tremila concerti. Ha firmato come autore canzoni indimenticabili per Fiorella Mannoia e per Loredana Bertè, dimostrando la sua profonda conoscenza dell’animo umano e dei sentimenti universali, che ora riversa nella sua ultima fatica letteraria, che non mancherà di farci compagnia nelle nostre letture estive.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI