Enrico Contardo nominato coordinatore comunale di Viterbo per “Noi con Salvini”

Riceviamo e pubblichiamo:
“Noi con Salvini” Viterbo si prepara ai prossimi appuntamenti elettorali e anche nella Tuscia mette a punto la macchina organizzativa. Ufficializzata, nell’incontro di ieri sera con tesserati, militanti e simpatizzanti, la nomina del coordinatore comunale di Viterbo: Enrico Contardo. Sarà l’ex vice sindaco del capoluogo, dunque, a organizzare il terreno su cui la squadra di Salvini si muoverà per puntare a varcare la soglia di Palazzo dei Priori ed entrare nel governo della città. Presenti all’incontro di ieri anche il coordinatore regionale del Lazio, Francesco Zicchieri e il vice Umberto Fusco.
“Questa città, in questo momento, è “non amministrata” da centrosinistra litigioso e incapace – ha detto Contardo -. Questo non significa che avremo le cose facili o la strada spianata. C’è da lavorare e capire cosa succederà nel centrodestra, perché è un mondo molto variegato. Da parte nostra valuteremo con gli altri partiti della nostra area se sarà possibile o meno essere alleati. Faremo almeno due liste: una di partito e una civica. Stiamo già lavorando al programma. Esso prevede punti che per noi sono inderogabili in qualsiasi trattativa o possibilità di alleanza, perché discendono dalla politica nazionale di Salvini. Noi li abbiamo trasferiti a livello locale, inserendoli nel nostro programma elettorale. Senza di essi, non faremo alleanze. Siamo pronti ad andare da soli”. Al riguardo Contardo ha ribadito: “Abbiamo delle perplessità riguardo ad alcuni movimenti che hanno governato con il centrosinistra e vorrebbero atterrare nella galassia del centrodestra. In merito restiamo della stessa idea, con determinate persone non facciamo nessuna alleanza. Lo dico chiaramente, è meglio saperlo. In politica, come in matematica, le pere e le mele non si sommano. Se lo facessimo ugualmente, sorgerebbero problemi al momento di amministrare. Non vogliamo solo vincere, ma anche governare. L’esperienza maturata in questi anni dal centrodestra, ci ha insegnato che non contano solo i numeri, ma anche le persone, e soprattutto le idee, i valori, i programmi. Se non c’è sintonia e convergenza su tutto ciò, ci attende un clamoroso fallimento. Il centrodestra esce da un periodo di Purgatorio. E adesso stiamo cercando di ricostruire un percorso. Ma se faremo errori nelle scelte, ci ritroveremo presto a governare come ha fatto il centrosinistra in questi anni al comune di Viterbo. Un’esperienza che di certo non vogliamo imitare”.

“Noi con Salvini”
Viterbo

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI