Energia: ENEA lancia il roadshow dell’efficienza anche a Viterbo

Luciano Costantini

Si può risparmiare e vivere meglio? La risposta sembrerebbe scontata, o quasi: “Difficile, praticamente impossibile”, perché l’energia, che è fonte di vita, un costo lo ha comunque. L’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) non è di questo avviso e non lo sono neppure molti Comuni della penisola che hanno dato la loro adesione alla giornata della “Efficienza energetica on the road”. Più precisamente, ad una serie di incontri dal Nord al Sud dell’Italia per far incontrare cittadini, imprese e amministratori e dialogare sui temi dell’uso consapevole dell’energia. Prossima tappa a Viterbo il 13 dicembre con i gli esperti dell’Enea in campo per confrontarsi con i rappresentanti degli enti locali, delle imprese e con semplici cittadini. La “Giornata” è stata illustrata a palazzo dei Priori dall’assessore all’Urbanistica del Comune di Viterbo, Raffaela Saraconi, insieme al presidente di Federlazio, Giovanni Calisti, e al segretario della Cna viterbese, Luigia Melaragni. E’ toccato a Ilaria Bertini, direttore dell’agenzia Enea, spiegare interventi e obiettivi del programma triennale di efficientamento energetico sempre più allargato alle imprese, ma anche ai privati. “Il nostro è un road show che intende far conoscere su tutto il territorio cosa e come si può fare per risparmiare soldi e ridurre i consumi. In una parola, come coniugare economia ed ambiente”. I risultati del recente passato hanno dato riscontri gratificanti, ma evidentemente non basta per migliorare la qualità della vita. Soprattutto quando lo si può fare magari usufruendo di detrazioni fiscali. Che oggi sono fissate in una griglia tra il 65% e il 50%. “Ho potuto sperimentarlo nella mia stessa azienda – ha raccontato il presidente Federlazio Calisti – dove l’installazione del fotovoltaico ha permesso una riduzione della spesa energetica del 50%”. “Certamente – ha puntualizzato l’assessore Saraconi – il taglio dei costi dell’energia non può che aiutare nella ancora difficile risalita delle imprese”. Il numero uno di Cna, Luigia Melaragni, ha garantito da parte sua l’impegno a sensibilizzare la categoria dei piccoli e medi imprenditori che il 13 dicembre avranno anche l’opportunità di confrontarsi in interessanti faccia a faccia con tutti coloro che vorranno aprire una linea di contatto con l’Enea. Tanti faccia a faccia che si svolgeranno allo Spazio Attivo Viterbo , in via Faul. La mattinata prevede tavole rotonde e interventi, tra gli altri, del sindaco di Viterbo Leonardo Michelini, della Camera di Commercio Domenico Merlani e dei rappresentanti delle varie categorie dell’economia e del lavoro.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI