“Emozioni in rosa”: una passeggiata non competitiva da Tolfa ad Allumiere

Sguardo al cielo e dita incrociate per chi si prepara a partecipare, domenica 9, alla terza edizione di “Emozioni in rosa”- “Quando l’amore cura” promossa dalla Susan Komen Italia, l’associazione che si occupa di prevenzione e cura dei tumori al seno. Una passeggiata, non competitiva, da Tolfa ad Allumiere: circa 5 chilometri di strada Braccianese Claudia tra gli alberi che si prevede – sempre meteo permettendo – saranno percorsi da parecchie centinaia di persone, non solo donne, naturalmente.

“In questa zona (Tolfa, Allumiere, Civitavecchia, Santa Marinella, Canale Monterano, Bracciano, ndr) contiamo circa 3000 iscritti e infatti da anni alla Race for the Cure che si corre a Roma in primavera riceviamo sempre il premio come gruppo più numeroso. Inoltre ci hanno contattato anche dal viterbese. In particolare l’amministrazione di Sutri ci ha invitato per organizzare insieme qualcosa” spiega Elena Riversi, referente sul territorio per la Komen da 17 anni, da quando in prima persona si trovò ad affrontare la malattia. “Sono la prova che il tumore si può sconfiggere” aggiunge la Riversi.

Insieme alla fondazione Komen, nata negli Usa, fin dall’arrivo in Italia è il dottor Gianluca Franceschini, chirurgo senologo del Policlinico Gemelli di Roma, che spiega come l’obiettivo della manifestazione sia permettere a tutti di dare un contributo simbolico affinché questa diventi sempre più una malattia guaribile: insieme, donne, uomini, adulti e bambini, un percorso ideale verso il traguardo della guarigione.

“Da questa malattia, ancora oggi un problema di grande rilevanza sociale e sanitaria con oltre 48 mila casi l’anno in Italia – sottolinea all’Adn Kronos il medico – si può sicuramente guarire. Ma vanno eseguiti i corretti esami di prevenzione secondaria (mammografia, ecografia mammaria e visita specialistica ogni anno dopo i 40 anni) e serve creare atteggiamento culturale nuovo e positivo nei confronti della malattia tumore del seno”. “E’ necessario trovare la forza di parlare apertamente della malattia e non viverla in solitudine, ma condividere questo delicato momento in particolare con le persone che ci vogliono bene” conclude l’oncologo che naturalmente parteciperà all’evento insieme al collega professor Riccardo Masetti direttore del Centro integrato di senologia del Gemelli..

La manifestazione è organizzata dalle volontarie di Allumiere e Tolfa della Susan Komen Italia, col supporto di Comuni, Università agrarie e Comunità montana locali ed il fattivo contributo di Fidapa e associazione Click.. “Un grosso ringraziamento – prosegue Elena Riversi – va a tutti i commercianti dei due centri, alle contrade e ai rioni per il sostegno dato. E poi alla Elitaliana, da sempre vicina alla Komen, che si occupa dell’elitrasporto dei malati. Sarà l’Adamo (associazione per l’assistenza ai malati oncologici) ad occuparsi del rinfresco all’arrivo in piazza della Repubblica ad Allumiere e a gestire la lotteria, il cui ricavato andrà alla Komen, con l’estrazione di alcuni numeri dei pettorali”.

Pettorali che saranno sulle magliette bianche distribuite ai partecipanti per il raduno previsto alle 8.30 in piazza Vittorio Veneto a Tolfa. Qui si comincerà col riscaldamento, guidato dalla trainer Roberta D’Arpino, accompagnato dalla banda musicale “Verdi”, diretta dal maestro Stefania Bentivoglio. Alle 10, partenza per Allumiere, dove, all’arrivo, dopo il rinfresco a base di prodotti locali, al Palazzo Camerale ci sarà “Il cinema racconta: Quando l’amore cura”, in cui verranno proiettati spezzoni selezionati dal film ‘Allacciate le Cinture’ di Ferzan Ozpetek, con il commento della psico-oncologa del Policlinico Gemelli, Marinella Linardos, e con la banda ‘Amici della musica’ di Allumiere, diretta dal maestro Rossano Cardinali, che eseguirà la colonna sonora della pellicola.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI