“Ehi, tu! Hai midollo?”, avanti tutti insieme ad Admo

“Ehi tu! Hai midollo?”, l’ evento che vedrà tornare il 26 settembre per l’intera giornata in 92 piazze italiane i volontari Admo per informare e sensibilizzare i giovani dai 18 ai 35 anni sulla donazione di midollo osseo.
A Viterbo la quinta edizione della manifestazione è organizzata dalla sezione provinciale Admo, in collaborazione con i clown di corsia Goji Vip e con il patrocinio del Comune e della Asl. Per l’intera giornata di sabato, a partire dalle 9, a Piazza dei Caduti ( davanti alla ex chiesa degli Almadiani) grazie alla presenza dei volontari della Croce Rossa italiana e dei medici del Centro Trasfusionale di Belcolle, sarà possibile effettuare presso l’autoemoteca un semplice prelievo di sangue per essere tipizzati e, quindi, inseriti nel Registro nazionale dei donatori di midollo osseo.
“ Una bella unione in tutta Italia per far conoscere cosa significhi donare midollo osseo- spiega, durante la conferenza di presentazione alla Cittadella della Salute, Tiziana Riva, vicepresidente di Admo Viterbo e donatrice – Il trapianto in questo caso è un’infusione per il ricevente a cui può essere salvata la vita. Obiettivo è l’informazione ai giovani, fascia 18-35, per essere tipizzati e candidarsi come donatori, ricordando che “la cura è dentro dentro di noi” sia dentro una persona sana che può prendersi cura di qualcun altro donando una parte di sè, sia la cura è dentro il malato che, diventando guerriero, ci mette del suo per guarire. Quest’anno si festeggia il 25milionesimo tipizzato a livello mondiale”
Donare midolo osseo fa sentire più vivo anche chi lo dona come racconta Francesca Morelli, l’ultima donatrice effettiva della Tuscia “ Mi ero tipizzata alla prima edizione della manifestazione, con a cuore il tema della donazione ma consapevole delle difficoltà di compatibilità. Invece a fine marzo di quest’anno sono stata chiamata dall’Ospedale San Camillo, confermati i test di compatibilità, ho donato un mese dopo. Sono stata molto seguita dall’equipe medica ed è un’esperienza che auguro a tutti di fare perché dà tanto anche a chi dona”.
Sabato chiunque si mostri interessato e voglia informarsi riguardo la donazione verrà accolto dai volontari Admo; anche i volontari clown di corsia allieteranno la giornata e faranno festa a chi dopo le informazioni sceglierà di tipizzarsi, collaborazione che nasce con Admo cinque anni fa da un clown di corsia di Genova che ha vissuto in prima persona l’importanza di tale esperienza. In questa giornata di festa, dove non ci si annoierà, è previsto anche uno spettacolo emozionale sempre creato dai Goji Vip ed esibizioni dei ragazzi del basket e del minibasket.
“Questa è la prima conferenza dopo la candidatura di Viterbo a capitale europea del Volontariato- sottolinea Marco Ciorba, presidente della Consulta comunale del Volontariato presente all’incontro- che dimostra come la città sosterrà sempre queste importanti iniziative”
“La cultura della donazione è una cultura difficile da raccontare- afferma Daniela Donetti, direttore amministrativo Asl – Fino a quando non ci tocca da vicino, non ci si rende conto di quanto è importante avere un angelo accanto a noi. La sensibilizzazione alla cura è un modo di fare appropriatezza, con percorsi corretti in grado di ridurre i tempi di ricovero nelle strutture”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI