“Egidio 17” a Voyager su RaiDue con il quinto centenario della Riforma Luterana

Lunedì 19 dicembre Roberto Giacobbo, conduttore della trasmissione Voyager in onda su RaDue, dedica una parte della puntata ad “Egidio 17”, l’associazione che guidata da Roberto Rocca con i contributi della Diocesi di Viterbo, del Touring Club Italiano e di Archeoares, da tempo ha affrontato i temi dello scisma della Chiesa riferiti alla nostra città.

Giacobbo descrive gli scenari del primo Cinquecento frastornati dal gesto di Lutero che con le sue “accuse” minò da Wittenberg le basi della Santa romana Chiesa. Viterbo è presente con i Papi del XIII sec., Annio, Egidio e la tavoletta michelangiolesca custodita al Museo del Colle del Duomo.

Il servizio televisivo si avvale dei commenti di Claudio Strinati che accenna anche all’Ecclesia viterbiensis riportata alla ribalta dall’associazione “Egidio 17” con reiterati incontri e conferenze promossi da due anni a questa parte per ricordare il quinto centenario della Riforma luterana e le tante emergenze rinascimentali di cui è dotata la città di Viterbo, peraltro non adeguatamente valorizzate.

L’Ecclesia, intorno agli anni Quaranta del XVI sec.  si è prodigata invano per la riconciliazione tra luterani e cattolici grazie a personaggi di grande rango presenti nella nostra città tra cui il card. Reginald Pole (legato pontificio del Patrimonio di San Pietro in Tuscia), Vittoria Colonna (ospite in quegli anni del convento viterbese di Santa Caterina) e  Michelangelo che seguivano il pensiero e gli indirizzi del card. Egidio Antonini generale degli Agostiniani.

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI