Edipo Re a Teatri di Pietra: il dramma della conoscenza

Viva è l’attesa per il prossimo appuntamento della rassegna Teatri di Pietra, in corso all’anfiteatro romano di Sutri fino al prossimo 31 luglio.
Venerdì 29 luglio in scena nella suggestiva location sarà la Bottega del Pane con un classico della produzione di Sofocle, Edipo Re.

«Quello di Edipo è il dramma della conoscenza, il dramma di un uomo vinto dalla fatalità malgrado la sua volontà e la sua ribellione. E innanzitutto la ribellione avviene in se stesso: è lui che evoca la ragione e poi l’istinto, creando dialoghi serrati, che diventano sempre più interrogatori, con Creonte e con Tiresia, quasi fossero voci interiori che lo tormentano e lo inducono a scavare nel conscio e nell’inconscio affinché la verità si palesi accecante come la luce». Così descrive la sua produzione, l’attrice e regista Cinzia Maccagnano che di “Edipo re” cura, per la sua compagnia “La Bottega del Pane”, drammaturgia e regia. Lo spettacolo, con scene e costumi di Monica Mancini, musiche a cura di Lucrezio de Seta, vede in scena, oltre alla stessa regista, Dario Garofalo, Luna Marongiu, Cristina Putignano, Raffaele Gangale.

La rassegna Teatri di Pietra, a cura di Pentagono Produzioni e Circuito Danza Lazio, in collaborazione con il Comune di Sutri è giunta con successo di pubblico e critica all’invidiabile traguardo della XVII edizione.
Potendo vantare delle partnership prestigiose come il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale e la Regione Lazio, si propone di valorizzare i teatri antichi ed i siti monumentali attraverso lo spettacolo dal vivo.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI