Dossier del Centro Studi Idos: 30mila gli stranieri nella Tuscia

Sono il 9,4% della popolazione. I dati del Dossier del Centro Studi Idos rappresentano questo scenario:
sono 30.046 gli stranieri che vivono e lavorano nella Tuscia. Lo rivela il Dossier Statistico Immigrazione 2017, elaborato dal Centro Studi e Ricerche Idos in partenariato con Confronti e in collaborazione con l’Unar. Lo studio fissa il fenomeno migratorio al 31 dicembre 2016.

Secondo la ricerca, presentata al Teatro Orione di Roma, nel Lazio il numero di stranieri residenti si attesta sulle 662.927 unità, con un aumento del 2,8%. La maggioranza è composta da donne (51%). Gli aumenti più elevati si registrano nella provincia di Latina (+3.8%) seguita da quella di Roma (+2,9%) e Frosinone (+1,8%). Variazione invece nulla nelle province di Rieti (+0,2%) e Viterbo (-0,1%).

La più alta percentuale di stranieri sul totale dei residenti si registra nella provincia di Roma (12,5%), seguita da quella di Viterbo (9,4%), Latina (8,7%), Rieti (8,5%) e Frosinone (5,0%).
La comunità straniera più presente sul territorio regionale è quella romena (230mila residenti)

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI