“Dentro Santa Rosa. Oltre Santa Rosa”: presentazione del libro fotografico firmato DISUCOM.

Diego Galli

Alle ore 18:00 di questo 20 settembre, presso l’aula magna dell’Università di Santa Maria in Gradi, sarà presentato ufficialmente il libro fotografico “Dentro Santa Rosa. Oltre Santa Rosa”, edito da Sette Città.
L’avventura del nuovo arrivato in casa DISUCOM è cominciata circa un anno fa, in occasione del precedente trasporto della Macchina di Santa Rosa. Come hanno subito avuto modo di ribadire i giovani partecipanti al progetto (studenti universitari e del Liceo Scientifico P. Ruffini di Viterbo), non si tratta però del solito libro dedicato alla santa protettrice di Viterbo.
L’idea di base è nata, anzi, proprio per mostrare qualcosa di diverso. Si tratta di un’insieme di fotografie realizzate tra il 2 e il 3 settembre, 48 ore prima del celebre “sollevati e fermi”. Per tale motivo, i soggetti di questa selezione fotografica sono le persone e tutte le emozioni che avvolgono la città prima della fatidica sera.
Il Corteo Storico del 2 settembre, i giovani venuti a prendere posto lungo il tragitto dandosi il cambio anche durante le ore notturne pur di restare in prima fila, le emozionate persone affacciate alle finestre… “Dentro Santa Rosa. Oltre Santa Rosa”, vuole raccontare tutto questo e molto di più e per farlo si è affidato alla direzione grafica dell’esperto Andrea Venanzi.
Sfogliando l’opera risulta subito evidente il particolare taglio quadrato di ogni fotografia e la piccola data a piè di pagina, che segna l’ora in cui è stato catturato lo scatto. Un chiaro richiamo all’impostazione tipica di Instagram, social network dove i ragazzi hanno da subito cominciato a raccogliere tutte le loro fotografie.
Per dare maggiore risalto ai colori e alle emozioni è stata anche omessa ogni tipo di didascalia, così che sfogliando il libro sembra quasi di essere catapultati in quei momenti carichi di pathos.
Non semplice deve essere stata la selezione delle fotografie, che saranno sicuramente risultate moltissime e ognuna di queste avrebbe potuto raccontare un’ulteriore aspetto dei due giorni di festa. Le 320 pagine 12×15, non potevano però racchiuderle tutte. Anche questo è stato un grande insegnamento per i giovani, che hanno dovuto fare i conti con la “selezione”, uno degli aspetti più importanti della vita di un fotografo professionista.
Come viene sottolineato nella sua stessa prefazione, a cura del direttore del dipartimento DISUCOM Giovanni Fiorentino, il progetto è sorto unendo tutti i punti di vista dei giovani fotografi. Si tratta di un’esperienza frutto degli sforzi di dodici persone, alcune delle quali, incredibile ma vero, per la prima volta alle prese con un apparecchio professionale. Valeria Del Frate, Alessia Davter, Lorenzo Fabrizi, Giovanni Fiorentino, Francesca Graziano, Marco Graziotti, Roberto Guidi, Luca Lucchetti, Miriam Noto, Erica Paris, Gabriele Spatafora, Leonardo Valdannini; sono questi i loro nomi e sarà possibile conoscerli tutti in occasione della presentazione del 20 settembre. L’evento sarà introdotto dal Direttore del Dipartimento Giovanni Fiorentino e godrà della presenza del Rettore Alessandro Ruggieri, del Sindaco di Viterbo Leonardo Michelini, del Dirigente scolastico del liceo P. Ruffini Maria Antonietta Bentivegna, del Presidente del Sodalizio dei Facchini della Macchina di S. Rosa Massimo Mecarini, del Capo Facchino Sandro Rossi, dell’architetto Raffaele Ascenzi e del costruttore Vincenzo Fiorillo.
Nel mentre, si resta in attesa di scoprire quale sarà il prossimo progetto del Laboratorio Fotografico del DISUCOM.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI