“Degustando la Pasqua”, al via la rassegna enogastronomica di Confartigianato

Donatella Agostini

Antichi sapori, profumi e atmosfere di Pasqua che ci rimandano alla nostra tradizione più amata e familiare: è ai nastri di partenza “Degustando la Pasqua – tra Sapori e Arte”, la rassegna enogastronomica organizzata da Confartigianato Viterbo, in programma dal 23 al 25 marzo presso la chiesa di sant’Egidio in Corso Italia. Qui verrà allestita una ricca mostra mercato di prodotti del territorio, uova di cioccolato, pizze di Pasqua, salumi, dolci e vini, e vi si svolgeranno numerosi appuntamenti, tra golose degustazioni e incontri di approfondimento. La manifestazione, giunta all’ottava edizione, è stata presentata il 21 marzo mattina da Andrea De Simone, presidente della Confartigianato viterbese. «Tanti appuntamenti e iniziative, per il piacere del palato e per un tuffo nella nostra tradizione. Un evento dai contenuti diversi, che vuole essere anche un momento di riflessione e un’occasione di solidarietà. Durante la rassegna infatti verrà presentata un’associazione, Campo delle Rose, e il suo progetto bello e impegnativo di realizzazione di una residenza per ragazzi autistici. Campo delle Rose è nata da poco ma già sta toccando il cuore di tanti concittadini». A illustrare i contenuti della rassegna l’organizzatore Angelo Palombi. «Per la durata della manifestazione, cinque osterie e ristoranti della provincia – non solo a Viterbo quindi, ma anche a Canepina, Grotte S. Stefano, Farnese e Caprarola –  organizzeranno una sorta di viaggio gastronomico, con la proposizione di piatti tradizionali a base di agnello, carciofi e pasta fatta in casa. Verrà riproposta l’antica figura dell’oste, una sorta di accompagnatore in un itinerario fatto di cibo ma anche di cultura e storia del territorio». Non solo cibo, ma anche la sua cultura. «Verranno presentati libri relativi alla nostra tradizione culinaria, a cura della casa editrice Annulli, e verrà predisposta una piccola libreria dove potranno essere acquistati». Previsto un laboratorio per ragazzi, a cui verrà insegnata l’arte della preparazione del formaggio, e un workshop storico-gastronomico dedicato alle nostre usanze alimentari della Quaresima e della Pasqua nel tardo Medioevo e nel Rinascimento. Spazio anche alla nostra tradizione enologica grazie a un incontro con tre produttori locali di vino naturale. «Domenica 25 marzo verrà allestita una ricca tavola imbandita con tutti i cibi tradizionali di Pasqua per una colazione di rito, seguita dal pranzo, tutto rigorosamente gratuito. A fare gli onori di casa Stefano Polacchi, caporedattore della rivista Gambero Rosso». L’iniziativa è patrocinata dalla diocesi di Viterbo: il vescovo Lino Fumagalli presenzierà venerdì 23 marzo all’inaugurazione. «Questi prodotti rimandano a quelle tradizioni che i nostri avi, attaccati ai valori cristiani, ci hanno trasmesso», ha aggiunto don Emanuele Germani, in rappresentanza della diocesi. «La Chiesa non può che offrire supporto e attenzione ad iniziative come questa, che sostengono la crescita del territorio, il lavoro e la tradizione». Presenti all’evento anche gli IgersViterbo, che attraverso il social Instagram racconteranno fotograficamente l’intera manifestazione. La mostra dei prodotti enogastronomici locali rimarrà aperta al pubblico dal 23 al 25 marzo dalle ore 10.00 alle ore 20.00. L’ingresso è gratuito.

COMMENTA SU FACEBOOK