Defensor basket sfortunata nella prima di campionato

San Martino di Lupari: Morpurgo (0/1 da tre), Beraldo 7 (2/4,1/1), Fietta 10 (3/6,1/5), Busnardo 4 (1/7,0/1), Amabiglia 3 (0/2,1/5), Scappin 2 (1/1,0/2), Martini (0/1), Brutto 8 (4/4,0/1), Crocetta ne, Pettenon 8 (3/7), Keys 15 (6/10,0/1),Milani 2 (1/4). Allenatore: Tomei.
Defensor: Puggioni, Boccalato (0/1), Orchi, Raiola (0/3), Yordanova 21 (5/11,2/5), Riccobono 5 (2/2,0/1), Ciavarella 13 (5/16,0/3), Romagnoli 6 (2/7 da tre), Cutrupi 6 (1/4), Spirito 3 (0/2,0/1), Stoichkova, Ndiaye (0/1). Allenatore: Scaramuccia.
Arbitri: Matteo Semenzato e Diego Seccheri.
Note: Tiri liberi San Martino di Lupari 8/13, Defensor 16/19. Rimbalzi San Martino di Lupari 39 (Keys 12), Defensor 45 (Yordanova 11). Parziali 10’ (20-15), 20’ (30-24), 30’ (36-37). Uscita per 5 falli Cutrupi (Defensor).

Comincia con una sconfitta di misura il cammino della Defensor nel campionato di serie A2 nazionale di basket femminile. Le ragazze viterbesi tornano con una sconfitta di stretta misura dal parquet di San Martino di Lupari, dove erano opposte alla locale formazione neopromossa nella categoria.
Primo quarto giocato su ritmi alti da entrambe le squadre e Defensor costretta sempre ad inseguire, nonostante i canestri di una ispirata Yordanova; coach Scaramuccia ruota tutte e dodici le atlete a referto, concedendo minuti importanti alle tante giovani in organico; le cose migliorano nettamente in difesa, dove finalmente si riescono a contestare i tiri delle venete, ma non cambia molto la musica in attacco, al punto che la squadra gialloblù mette a referto solo nove punti e torna negli spogliatoi con sei punti da recuperare (24-30).
Il terzo periodo è quello della riscossa, le padrone di casa segnano appena sei punti e la Defensor mette la freccia con la solita Yordanova e il contributo di Ciavarella e Romagnoli; si entra nei dieci minuti decisivi con la Defensor avanti, le viterbesi sembrano potersi giocare in volata il successo ma qualche errore banale nel finale spiana la strada a San Martino di Lupari che ne approfitta per portarsi a casa la vittoria.
“Considero questa partita una occasione persa contro una avversaria del nostro livello – commenta coach Scaramuccia -. Non c’è da fare drammi ovviamente, è solo la prima partita di campionato e c’è tempo per migliorare, ma alcuni aspetti di questa gara non mi sono piaciuti assolutamente. Mi riferisco in particolare all’atteggiamento con cui sono entrate in campo le più giovani, nei primi due quarti avevo già fatto giocare tutte e le nostre atlete sanno che nei minuti che hanno, pochi o tanti che siano, devono garantire una presenza positiva, dare un contributo sostanzioso alla squadra almeno in termini di grinta e determinazione. Questa cattiveria agonistica è mancata da parte loro ed è qualcosa di cui dovremo parlare”.
Sabato prossimo, alle 19 al PalaMalè, ci sarà l’esordio casalingo per la Defensor contro Castellammare di Stabia.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI