Daniele Baldelli al Wintergarden: il cosmic un genere musicale globale

Prima di Traktor o di aggeggi per fare effetti vari sui vinili il dj era solo un “metti dischi”. Così si definiva Daniele Baldelli quando nel 1969 ha iniziato a mettere i dischi, appunto. Alla Tana, nel suo primo locale, suonava i dischi del proprietario nell’ordine che egli gli indicava, poi passando al Tabù Club e facendosi aumentare la paghetta ha iniziato comprarli lui. Con i suoi dischi e la sua selezione in un paio d’anni ha reso storico uno sporting club con ingresso riservato ai soci che poi divenne la prima discoteca a fare le sei del mattino: la Baia degli angeli. Poi Daniele passa al Cosmic sul Lago di Garda e qui, senza volerlo, fa nascere un genere musicale: il cosmic, che ora ci invidiano e richiedono in tutto il mondo.Appuntamento al locale di tendenza al quartiere medievale di San Pellegrino.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI