Dalla Banca di Viterbo un aiuto ai più bisognosi

don Luca Scuderi nella sede della Banca di Viterbo

La Banca di Viterbo regala un sorriso alle famiglie più bisognose della Tuscia ! Tremila e cinquecento euro è la somma consegnata il 7 gennaio a diverse istituzioni per poter dare sollievo a chi si trova in difficoltà. Il contributo dell’Istituto di credito è andato a 5 istituzioni religiose : 3 parrocchie, Sacra famiglia, Grotticella e Sant’Angelo, oltre alla Casa famiglia della Sacra Famiglia e l’associazione Sorrisi che nuotano Eta Beta. Anche il comune di Canino ha ricevuto la somma da destinare in buoni spesi per dare un po’ di sollievo alle famiglie più bisognose.  Ha parlato della consapevolezza di essere “una goccia nel mare, ma dell’importanza per una banca del territorio di offrire il proprio contributo alla solidarietà”, il consigliere Alessandro Caravello. Il direttore generale Massimo Caporossi ha sottolineato come “la finanza diventa etica solo quando viene portata ad essere bene comune”.

La Banca di Viterbo inoltre ha appoggiato una sottoscrizione voluta dall’Ordine dei Commercialisti che ha visto la raccolta di duemila euro, a cui si sommano 800 euro messi a disposizione della banca di Viterbo per dare una mano alla Caritas.

“La rischiata di aiuto è raddoppiata in tre anni – spiega don Luca, parroco della casa famiglia – Siamo contenti che questi soldi siano riconvertiti in buoni pasto che possono andare ad aiutare le famiglie nel quotidiano. Oggi ciò che manca di più è il lavoro, perché con la perdita dell’occupazione oltre al dato economico viene meno anche la dignità e questo fa ancora più male”.

Ma la generosità continua a trovare spazio tra istituzioni e privati cittadini della Tuscia, cercando di dare sempre più luce alla speranza per un 2015 di ripresa

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI