Dal Salone del Libro a Gli Speciali, “La lettrice scomparsa” di Stassi

Reduce dalla presentazione ufficiale al Salone del Libro di Torino, Fabio Stassi arriva a Gli Speciali con “La lettrice scomparsa“, sua ultima fatica pubblicata da Sellerio Editore. Come sempre nei romanzi di Stassi, i libri e le storie sono protagoniste del romanzo, in quanto la vicenda si svolge intorno allo studio di biblioterapia aperto da un professore disoccupato in una soffitta a via Merulana.

Si chiama Vincenzo Corso, detto Vince, per anni è stato prigioniero delle graduatorie della scuola, e un settembre si è ritrovato per strada. Nessun incarico di docenza, l’amarezza del fallimento che suggerisce una fuga. Ma Vince tenta l’ultima scommessa con se stesso: aprirà uno studio di biblioterapia.
Curerà le persone attraverso la lettura di libri. Intanto tra gli inquilini del palazzo scompare la vicina del piano di sotto, la signora Parodi, e il marito è subito al centro di tutti i sospetti. Eppure, per Vince Corso, qualcosa non torna. Il nuovo romanzo di Fabio Stassi si situa nell’enigmatico crocevia dove i mondi inventati della letteratura invadono lo spazio reale della vita. I libri diventano terapie per i malanni dell’esistenza, e persino strumenti di indagine nell’oscurità di un delitto.

«E’ con grande piacere che accogliamo nuovamente in Biblioteca Fabio Stassi, giovane autore che ha collezionato nella sua già grande esperienza di scrittore numerosi premi e riconoscimenti», afferma Paolo Pelliccia, Commissario Straordinario, «e per di più con un libro che è uscito da pochissimo ed è stato presentato solo al Salone del Libro di Torino».

Fabio Stassi è un bibliotecario della Sapienza. Vive a Viterbo, e scrive sui treni, da pendolare. E’ autore dei romanzi Fumisteria (Sellerio 2015, Premio Vittorini per il miglior esordio È finito il nostro carnevale (Minimum Fax, 2007), La rivincita di Capablanca (Minimum Fax 2008, Premio Palmi e Premio Coni), L’ultimo ballo di Charlot, (Premio Selezione Campiello 2013, Premio Sciascia, Premio Alassio, tradotto in 19 lingue) e Come un respiro interrotto (Sellerio, 2014). Sempre per Sellerio, nel 2013 ha curato l’edizione italiana di Curarsi con i libri. Rimedi letterari per ogni malanno e per Minimum Fax ha pubblicato Il libro dei personaggi letterari (2015). La lettrice scomparsa è il suo ultimo romanzo.

L’incontro si svolgerà nella Sala Conferenze, accessibile dal secondo piano di Viale Trento al civico 18/E. www.bibliotecaviterbo.it

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI