Custode segreta il libro di Gianluca Di Prospero racconta la storia di Viterbo

Presso la Sala Alessandro IV del Palazzo dei Papi di Viterbo, Venerdì 30 giugno, Gianluca Di Prospero ci condurrà alla scoperta di una Viterbo seducente e piena di suggestioni attraverso il suo libro Custode segreta (Edizioni Archeoares 2017).
La città laziale, che nel corso dei secoli è stata teatro di avvenimenti storici di portata internazionale, ancora oggi mostra orgogliosa tutto il suo splendore che si riflette sulle pietre secolari dei suoi monumenti che, ad un’analisi più approfondita, celano segni e simboli che ci aiutano a leggere la storia cittadina sotto un’altra luce.

Di Prospero, partendo dalle fonti storiche, riesce ad interrogarsi su diversi argomenti e personaggi di portata mondiale: il Graal e l’Arca dell’Alleanza; le relazioni che intercorrono fra san Sisto II, san Lorenzo e la città di Viterbo; la tomba di Alessandro IV, la presenza dei templari a Viterbo etc.

Inoltre, nella ricchissima appendice finale di Custode segreta approfondisce nuovi argomenti: le relazioni fra Rodi e Viterbo, i simboli presenti nella chiesa di san Sisto, i fiori della vita sparsi in città, il significato dei simboli scolpiti su Fontana Grande.

Alla presentazione, che sarà moderata dalla dott.ssa Elena Cacciatore, interverranno l’autore Gianluca Di Prospero, l’editore Gianpaolo Serone di Edizioni Archeoares, il dott. Giovanni Costantini, esperto di simbologia, e il prof. Luciano Dottarelli, membro del nuovo direttivo della Società Filosofica Italiana (SFI).
Per maggiori informazioni è possibile contattare la casa editrice: edizioni@archeoares.it oppure chiamando il 3477010187

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI