Curami il libro del Laboratorio di Scrittura presentato alla Sala Regia

Luciano Pasquini

“Curami” è il libro nato all’interno del Laboratorio di Scrittura creativa del Disucom, curato dalla professoressa Rossella Cravero. Un’opportunità non male quella resa dal Dipartimento di Scienze umanistiche e del turismo dell’Unversità della Tuscia ai giovani e promettenti scrittori che ha offerto loro l’esperienza del laboratorio mettendo a viva prova quella voglia di confrontarsi con la costruzione narrativa.
Fausto il personaggio chiave di un romanzo contenuto in 80 pagine delle quasi cento del libro ha un filo racchiuso in otto giorni di passioni, tormenti e suspance, avvalorato da una bella copertina realizzata dal giovane Michele Cardello.
La presentazione alla Sala Regia di mercoledì 28 giugno ha colto un pubblico vivace e giovane amante della letteratura.
E’ iniziata con la proiezione di un booktrailer, curato dal prof.Giacomo Nencioni di Unitus, un prodotto audiovisivo che i giovani autori come ha precisato Giulia Benedetti stanno facendo veicolare sui social per far conoscere il libro, a cui hanno collaborato Giulia Alessia Daniele Luca, la voce è quella di Francesca Olivi.
Allineati alla loro prof. Rossella Cravero,i dodici giovani autori hanno reso tangibile il frutto di una creatività diversa, più o meno vivace e hanno cercato di spiegare la loro creatura da suo nascere. Dall’incipit di Giacomo Picciollo, al sistema di comunicare in chat.Soffermandosi con aneddoti sui momenti che hanno accompagnato la costruzione del libro. E ad un Renzetti il giornalista moderatore che chiede loro se hanno in mente di mettersi alla prova scrivendo in proprio, tutti insieme rispondono: “Chi sceglie di scrivere deve avere qualcosa da dire, ed è già una scelta indicatoria. Ma quello che prima di tutto ha consegnato questa esperienza è stata la grande amicizia sancita da quei legami saldi che andranno oltre il Laboratorio. Rossella Cravero ha ribadito che in fondo tutto si è sviluppato nella logica di un Laboratorio che cerca di espandere l’immaginazione sfidando i propri limiti, maturando senso estetico e critico.
E da quello che si è visto e sentito alla Sala Regia di Palazzo dei Priori ieri le parole hanno prodotto un bel momento di scrittura : il libro Curami edito da Settecittà.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI